Farmacie: Racca, riordino fissi regole certe senza distruggere sistema (3)
Farmacie: Racca, riordino fissi regole certe senza distruggere sistema (3)
Fra i 'nodi' da sciogliere nuova remunerazione e rinnovo Convenzione

(Adnkronos Salute) - Per le conclusioni, domenica alle 16.15, atteso infine alla Convention di Federfarma il ministro della Salute Ferruccio Fazio. "Anche a lui chiederemo regole certe", anticipa Racca, dopo che, per rafforzare il controllo della spesa farmaceutica, "in questi anni le farmacie sono state chiamate a continue trattenute" sui rimborsi, "a favore del Servizio sanitario nazionale". E considerato anche che, con le 'lenzuolate' delle liberalizzazioni, "l'uscita di farmaci dalla farmacia" verso nuovi canali come parafarmacie e corner della grande distribuzione "ha determinato un grande indebolimento del sistema".

Illustrando i 4 temi oggetto dei lavori, la presidente di Federfarma inizia dal "nuovo sistema di remunerazione della farmacia italiana previsto nella Finanziaria di luglio: non pi completamente legato al prezzo dei farmaci" al pubblico, quindi soggetto alle riduzioni di quest'ultimo, ma basato anche su una quota fissa per confezione dispensata. Un punto contenuto in un emendamento al testo iniziale, secondo cui entro 60 giorni dalla conversione in legge della manovra si sarebbe dovuto avviare un tavolo tecnico tra ministeri della Salute e dell'Economia, associazioni di categoria e Aifa.

Secondo argomento della Convention, la necessit di rinnovare la Convenzione nazionale che regola i rapporti tra farmacie e Ssn: "L'ultima convenzione risale al 1998 - evidenzia Racca - Ma in 12 anni tante cose sono cambiate, sia sotto il profilo normativo sia dal punto di vista economico. Le regole di allora sono assolutamente superate e devono essere rinnovate per rendere pi moderno contesto in cui le farmacie si inseriscono". (segue)

(Opa/Adnkronos Salute)