Rifiuti: Napoli, task force medici sentinella da martedi' per rischi salute
Rifiuti: Napoli, task force medici sentinella da martedi' per rischi salute
I camici bianchi, ad oggi nessun rischio malattie

Roma, 26 nov. (Adnkronos Salute) - A Napoli i rifiuti per strada non rappresentano al momento un pericolo sanitario. Ma per monitorare la situazione pronta una task force di oltre 100 camici bianchi 'sentinella', pediatri e medici di famiglia, che terranno sotto controllo la salute dei cittadini a Napoli, Caserta e Salerno, e gli eventuali rischi legati ai cumuli di spazzatura per le strade. Un sistema, basato sull'esperienza gi fatta due anni e mezzo fa, che partir gi marted prossimo.

Lo annuncia il presidente dell'Ordine dei medici di Napoli, Gabriele Peperoni, dopo la riunione, oggi nella sede dell'Ordine, con rappresentanti dell'Istituto superiore di Sanit, della Regione, dell'universit, dei servizi epidemiologici delle Asl. "La situazione attuale non crea rischi per la salute - spiega all'Adnkronos Salute Peperoni - l'immondizia per strada non incide, per ora, sulla salute dei napoletani. Il freddo, il continuo lavaggio delle strade eliminano i pericoli maggiori. Ma aumentano le blatte, i topi, le mosche e altri insetti. E' quindi necessario togliere al pi presto i sacchetti dalle strade".

Peperoni, che nei giorni scorsi si era lamentato della mancanza di un'azione coordinata, dopo la riunione di oggi ammette di essere rinfrancato. "Abbiamo creato un gruppo di lavoro con tutte le forze in campo e credo che si potr fare un lavoro organico", spiega convinto che i dati che arriveranno dai medici sentinella, in grado di dare riscontri immediati in caso di aumento di malattie legate alla cattiva igiene - gastroenterite, problemi dermatologici, infezioni- , saranno di grande aiuto.

(Ram/Adnkronos Salute)