Sanita': cure palliative a domicilio, miraggio per 60% italiani (2)
Sanita': cure palliative a domicilio, miraggio per 60% italiani (2)

(Adnkronos Salute) - Esiste il solito gap nord-sud, che vede il Meridione in una situazione pi critica, ma anche in alcune zone settentrionali il servizio carente. "Per costruire una rete nazionale delle cure palliative, come vuole la recente legge 38 del 2010, occorre integrare la presenza degli hospice con quella di cure domiciliari adeguate", spiega Giovanni Zaninetta, presidente della Societ italiana di cure palliative (Sicp). "E queste ultime - aggiunge - devono possedere gli stessi standard di qualit su tutto il territorio nazionale".

Gianlorenzo Scaccabarozzi, direttore del Dipartimento della fragilit dell’Asl di Lecco, propone una ricetta: "Occorre che lo sviluppo della rete nei suoi nodi fondamentali (casa, hospice, ospedale) diventi una priorit nella programmazione regionale e locale, attraverso obiettivi specifici di mandato per i direttori generali. Oggi non cos. A questa prima ricerca, compiuta a livello nazionale hanno risposto ben il 97% delle Asl presenti sul nostro territorio e centinaia di Centri. Emerge, purtroppo, che le cure palliative restano spesso l'espressione dell'iniziativa singola".

Per Fulvio Moirano, direttore dell’Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali), la pubblicazione di questo rapporto rappresenta un tassello importante. "Ha un duplice obiettivo: da un lato, offre l’opportunit ai professionisti di verificare lo stato dell’arte, prendendo atto delle differenze regionali e distrettuali che ancora permangono. Dall’altro, analizza la percezione che di queste cure hanno gli operatori sanitari, esplorando le opinioni, il livello di conoscenza del problema, le attitudini e i comportamenti in ogni Regione". Su questo fronte i risultati sembrano incoraggianti: la cultura media buona e il servizio, dove esiste, raggiunge livelli di eccellenza. Il 53% garantisce una continuit assistenziale sulle 24 ore e il 45% una pronta disponibilit medico-infermieristica. (segue)

(Fed/Adnkronos Salute)