Sanita': in ospedali italiani quasi 50% malati vorrebbe familiari piu' vicini
Sanita': in ospedali italiani quasi 50% malati vorrebbe familiari piu' vicini
Per 70% il momento della loro visita e' il migliore della degenza

Roma, 26 nov. (Adnkronos Salute) - Il 42% dei pazienti ricoverati negli ospedali italiani richiede una presenza maggiore delle persone care, il 70% considera la visita dei familiari il momento pi bello della degenza, mentre sono il risveglio e la notte quelli maggiormente difficili da affrontare. Questi alcuni dati emersi in occasione dell'ultima Giornata nazionale del sollievo e presentati durante il V Forum Risk Management in sanit di Arezzo.

Dati su cui riflettere e ai quali strutture ospedaliere come l'Istituto tumori Regina Elena di Roma intendono dare risposte adeguate. Da qui la creazione della nuova 'Area di supporto alla persona', che rappresenta "una riposta concreta alle esigenze del paziente", come sottolinea Francesco Bevere, direttore generale degli Istituti Regina Elena e S.Gallicano. "Abbiamo provveduto a un nuovo utilizzo degli spazi ospedalieri, fuori dagli orari di servizio - spiega il manager - e non facciamo mai mancare ai nostri pazienti un buon quotidiano".

Il processo di avvicinamento della struttura alle esigenze del paziente passa anche attraverso importanti cambiamenti organizzativi: il servizio di vitto, ad esempio, stato adeguato agli orari propri delle famiglie italiane (alle ore 8 la colazione, alle 13 il pranzo e alle 20 la cena). Infine il fondamentale apporto dato dalle associazioni: tra queste la Lega italiana per la lotta contro i tumori (Lilt), presente all'interno dell'Istituto Regina Elena, che attraverso i suoi volontari opera in modo determinate per l'accoglienza e l'ascolto del malato.

(Red-Ile/Adnkronos Salute)