Tumori: Airc, con 5 per mille 120 mln di euro per battere cancro sul tempo
Tumori: Airc, con 5 per mille 120 mln di euro per battere cancro sul tempo
Finanziati altri 5 progetti con ultimi fondi assegnati, 900 scienziati coinvolti

Milano, 30 nov. (Adnkronos Salute) - Quasi mille medici e ricercatori al lavoro su tutto lo Stivale in 105 unit operative, 48 istituzioni del mondo scientifico coinvolte, 120 milioni di euro sul piatto per "battere il cancro sul tempo". L'Airc (Associazione italiana per la ricerca contro il cancro) rinforza le file dei 'guerrieri' anti-tumore in camice: 5 nuovi progetti di ricerca saranno finanziati con gli ultimi fondi assegnati attraverso il 5 per mille (contributo 2008). Fondi che permettono di completare il finanziamento del Programma di oncologia clinica molecolare, nell'ambito del quale sono stati selezionati da un gruppo di revisori esclusivamente stranieri 10 progetti meritevoli di un investimento, 5 dei quali partiti gi nel mese di aprile.

Agli scienziati adesso si chiede di raggiungere ambiziosi obiettivi clinici in 5 anni. "Lo scopo del programma si riassume in poche parole: fare la differenza tra le opportunit di oggi e quelle che saranno a disposizione dei malati domani", annuncia oggi a Milano il direttore scientifico dell'Airc, Maria Ines Colnaghi, durante la presentazione dei nuovi progetti finanziati. I vertici dell'organizzazione hanno espresso "preoccupazione" per il drastico ridimensionamento del 5 per mille deciso con il Ddl stabilit. "L'Airc pu contare su una raccolta fondi ordinaria, frutto dell'apporto considerevole di 2 milioni di soci. Un apporto che per variabile. Entrate stabili come il 5 per mille garantiscono invece flussi di finanziamento continui e permettono di pianificare programmi a lungo termine", riflette Colnaghi.

La rosa dei 5 coordinatori prescelti - Giannino Del Sal del Consorzio interuniversitario per le biotecnologie (Cib) di Trieste, Ruggero De Maria dell'Istituto superiore di sanit (Iss) di Roma, Pier Paolo Di Fiore dell'Istituto europeo di oncologia (Ieo) di Milano, Alberto Mantovani della Fondazione Humanitas per la ricerca di Rozzano (Milano), Pierfrancesco Tassone dell'universit Magna Graecia di Catanzaro - stata selezionata da 18 'top leader' dell'oncologia stranieri. (segue)

(Lus/Adnkronos Salute)