Medicina: artrite reumatoide, ecografia dimezza rischi ricadute (2)
Medicina: artrite reumatoide, ecografia dimezza rischi ricadute (2)

(Adnkronos Salute) - "Si stima che il 40-60% dei pazienti in cura vada incontro a ricadute - spiega Ferraccioli - o perch la terapia non adeguata o perch i farmaci provocano effetti collaterali e quindi devono essere sospesi". Le ricadute hanno conseguenze non trascurabili sul paziente: "causano il peggioramento delle lesioni articolari e della aterosclerosi accelerata e la perdita sempre pi importante della capacit lavorativa". Solitamente, per evitare questo tipo di peggioramenti, il paziente segue la terapia sempre, modificandola magari ogni tre mesi per adeguarla all'evoluzione della malattia.

La sospensione delle cure pu essere comunque decisa quando il paziente in remissione clinica, dunque non ha sintomi, da 12 mesi. Ma adesso, grazie al metodo messo a punto dall'equipe di Ferraccioli, questo tipo di decisione terapeutica pu essere presa in modo pi preciso e in meno tempo con un'ecografia alle articolazioni infiammate.

La terapia si pu sospendere se si osserva la remissione ecografica almeno da sei mesi. L'esame ecografico la chiave per decidere quando si possono sospendere le terapie senza correre il rischio di ricadute: questo rischio, infatti, si dimezza (-50%) se le cure si sospendono dopo aver osservato con l'ecografia che il paziente in remissione. Inoltre, secondo i risultati di uno studio in fieri, se la remissione ecografica persistente da 12 mesi, il rischio ricadute si azzera o quasi.

(Com-Bdc/Adnkronos Salute)