Alimenti: Coldiretti, oltre 1,5 mln bambini in mensa, cresce il bio
Alimenti: Coldiretti, oltre 1,5 mln bambini in mensa, cresce il bio
'Linee guida ministero promuovano prodotti di stagione e locali'

Roma, 10 set. (Adnkronos Salute) - "Con l'inizio dell'anno scolastico 2011-2012 sono almeno 1,5 milioni i bambini che ogni giorno pranzeranno in mensa, dove quest'anno aumentata l'offerta di pasti con cibi di stagione, locali e a chilometri zero, anche se non mancano gli allarmi sulla qualit e sicurezza del cibo". Lo riferisce la Coldiretti, che sollecita a considerare nelle Linee guida per la ristorazione scolastica fissate dal ministero della Salute "la variet e la stagionalit dei cibi, utilizzando anche proposte di alimenti tipici della regione di residenza, per insegnare ai bambini il mantenimento delle tradizioni".

"Un indirizzo - dice la Coldiretti - che ha portato in molte mense all'arrivo dei prodotti a chilometri zero come in oltre 750 fra elementari, materne e asili nido di Milano (per un totale di 95 mila pasti), dove arriveranno lattuga, radicchio rosso, scarola, valeriana, pan di zucchero, cavolo cappuccio e porri coltivati nei campi lombardi e dunque a chilometro zero, forniti da Agricolturamica, la cooperativa promossa da Coldiretti. Si calcola che lungo tutta la Penisola saranno almeno un milione i pasti biologici serviti".

"Con il rispetto della stagionalit niente ciliegie o pesche a Natale - invita la Coldiretti - ma dolci arance in Sicilia, mele nel Veneto o carote del fucino nel Lazio, e anche altre specialit offerte dai diversi territori a seconda delle stagioni. Una opportunit per garantire cibi freschi e genuini, ma anche per favorire la conoscenza e l'integrazione nei propri territori di residenza che potrebbe ulteriormente estendersi sulla base di un sondaggio condotto dal sito www.coldiretti.it, dal quale emerge che la ristorazione scolastica non soddisfa 3 italiani su 4 (77%) perch si ritiene nel 64% dei casi che debba essere migliorata con prodotti locali e biologici, mentre troppo costosa per l'8% e offre un menu poco variato per il 5%". (segue)

(Adnk/Adnkronos Salute)