Farmaceutica: Eli Lilly investe 30 mln dollari in partnership malattie croniche
Farmaceutica: Eli Lilly investe 30 mln dollari in partnership malattie croniche
Obiettivo ricerca di nuove soluzioni terapeutiche nei Paesi in via sviluppo

Roma, 13 set. (Adnkronos Salute) - Un investimento da 30 milioni di dollari nell'arco di cinque anni per combattere il problema delle malattie croniche che affligge sempre di pi i Paesi in via di sviluppo. Questo l'impegno messo in campo da Eli Lilly per creare la Lilly Ncd (Non-Communicable Disease) Partnership, che ha come punto di forza quello di combinare le risorse messe a disposizione dall'azienda farmaceutica americana con le conoscenze delle pi importanti organizzazioni sanitarie del mondo, insieme per identificare nuovi modelli di assistenza che rendano migliori l'accesso al trattamento e pi efficaci le cure, in favore di pazienti a cui ora ci negato.

La partnership globale - informa una nota - nella fase iniziale si concentrer sul diabete, area di interesse in cui Lilly ha una grande tradizione ed esperienza. Le malattie non trasmissibili, conosciute anche come croniche, comprendono le patologie cardiovascolari, respiratorie, il diabete e il cancro. Nella prima fase di lavoro, la Lilly Partnership concentrer i suoi sforzi nel migliorare le cure sanitarie in diverse comunit in Brasile, India, Messico e Sud Africa. Queste malattie affliggono di pi le popolazioni con minori risorse economiche, infatti l'80% dei decessi per malattie croniche avviene nei Paesi a medio e basso reddito. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanit, nel 2008 sono state 36 milioni le persone morte nel 2008 per queste patologie, il che equivale al 63% del numero globale di decessi.

"Oggi le malattie croniche affliggono Paesi, comunit e famiglie in tutto il mondo e sono proprio i pi vulnerabili a sopportare il peso pi grande - ha spiegato John C. Lechleiter, presidente e Ceo di Eli Lilly - Crediamo fermamente di avere una responsabilit rispetto alla lotta globale contro queste patologie, nonch l'esperienza giusta per farlo. Lilly contribuir alla Partnership mettendo a disposizione la sua grande esperienza e le ampie conoscenze nel campo della ricerca medica, con l'obiettivo di trovare soluzioni a queste pressanti emergenze sociali". Lilly insieme ai suoi partner svilupper programmi specifici per ogni Paese; i progetti partiranno all'inizio del 2012 e se raggiungeranno gli obiettivi attireranno successivi investimenti.

(Com-Bdc/Adnkronos Salute)