Trapianti: Usa verso nuove regole, prelievo subito dopo stop cuore (2)
Trapianti: Usa verso nuove regole, prelievo subito dopo stop cuore (2)

(Adnkronos Salute) - Non la pensano cos alcuni bioeticisti, fra cui Michael Grodin della Boston University: si vuole fare di tutto per aumentare le donazioni d'organo, spiegano. Il timore quello di non rispettare i diritti dei donatori, finendo per avere un approccio invasivo che trasformi i pazienti in fin di vita in una fonte di 'pezzi di ricambio'.

La proposta Unos, in 16 pagine, frutto del lavoro di oltre un anno. E riapre il dibattito negli Usa sulla definizione di morte. Dopo una revisione, il board di Unos si riunir il 14 e il 15 novembre ad Atlanta, per fare il punto sui commenti ricevuti e presentare il documento. Circa 6.000 americani l'anno muoiono in attesa di un organo. Il problema che, con la speranza di salvare pi vite, alcuni ospedali avrebbero iniziato a tagliare i tempi dell'attesa prima di autorizzare il prelievo degli organi: il caso del Children's Hospital Colorado di Denver, che puntava ad aspettare solo 75 secondi prima di prelevare il cuore dai neonati con danno cerebrale e impiantarlo in bimbi che altrimenti sarebbero morti. Dopo le polemiche suscitate dalla notizia, i medici sono tornati ai due minuti di attesa.

La revisione delle regole sui trapianti punta, infine, all'utilizzo di una nuova definizione: "Donazione dopo la morte circolatoria", che indica come il cuore potrebbe non essere necessariamente morto prima che venga dichiarato il decesso del paziente.

(Mal/Adnkronos Salute)