Salute: problemi udito per 1 over 60 su 3, Consensus per interventi precoci
Salute: problemi udito per 1 over 60 su 3, Consensus per interventi precoci
Uomini piu' colpiti, fino a 20 anni per diagnosi di 'presbioacusia' e rischio isolamento

Milano, 21 set. (Adnkronos Salute) - Un italiano ultra 60enne su 3 ha problemi d'udito, e il dato sale al 60% tra gli anziani over 85. Gli esperti la chiamano 'presbioacusia': una condizione che colpisce pi gli uomini delle donne e rischia di isolare chi ne soffre, ma che troppo spesso viene sottovalutata. Tanto che, fra la comparsa dei sintomi e la diagnosi, possano passare anche 20 anni. Per diffondere informazioni corrette sul tema, insegnare a riconoscere i sintomi, accelerare la diagnosi e l'adozione di interventi riabilitativi ad hoc, oggi a Milano stato presentato il Consensus paper 'Anziani e udito, sentire meglio per vivere meglio'.

L'iniziativa, sostenuta da Amplifon, a cura di Roberto Bernabei, ordinario di medicina interna e geriatria all'universit Cattolica di Roma; Giuseppe Cavallazzi, gi direttore della Scuola di specializzazione in audiologia dell'universit degli Studi di Milano, e Domenico Cuda, direttore dell'Unit operativa di otorinolaringoiatria dell'ospedale 'G. da Saliceto' di Piacenza. "La presbiacusia - spiega Cavallazzi - la perdita di udito provocata da fenomeni di senescenza dell'organo uditivo, del tutto simili a quanto accade per la vista e l'olfatto. E' corretto ipotizzare il suo insorgere tra i 50 e i 60 anni, e colpisce maggiormente gli uomini rispetto alle donne".

A risentirne la qualit di vita. "L'individuo anziano ipoacusico - sottolinea Bernabei - trova difficile comprendere e conversare con familiari e amici. Tale condizione comporta una diminuzione dell'interesse nell'ascolto di radio e televisione, inoltre conduce di frequente a isolamento sociale e perdita di interessi e attivit, nonch ad una perdita di autostima, fino a sviluppare un disturbo dell'umore di tipo depressivo". (segue)

(Red-Opa/Adnkronos Salute)