Fumo: smettere con l'ipnosi, 8 su 10 ci riescono (3)
Fumo: smettere con l'ipnosi, 8 su 10 ci riescono (3)

(Adnkronos Salute) - "Dopo la prima seduta un fumatore cosiddetto 'blando', che cio si accende dieci sigarette al giorno, smette - sottolinea Rossani - L'accanito mantiene 2-3 sigarette 'rituali': pu decidere se smettere del tutto sottoponendosi a una seconda seduta. Una seduta emotivamente pi complessa della prima, in cui si crea uno scenario negativo legato al fumo. La sigaretta non pi vissuta come la valvola di sfogo 'positiva' a cui si ricorre in un momento di difficolt, ma si induce la persona a utilizzare un certo tipo di forza per superare questa situazione".

Ma soprattutto, aggiunge, "si crea un percorso immaginario in cui ci si trova a tu per tu con la prima sigaretta fumata, da cui sono derivate tutte le esperienze negative vissute. E, durante l'ipnosi, questa sigaretta deve essere 'materialmente distrutta'". Il percorso compiuto viene rafforzato con una "suggestione post ipnotica: si d il comando che l'odore e il sapore di una sigaretta susciteranno un senso di nausea". Nei giorni successivi si usa un sistema di rinforzo con i messaggini, almeno uno al giorno per una settimana.

"Quanto questo sistema sia efficace non si sa - tira le somme Rossani - ma molto apprezzato dai pazienti, li fa sentire meno soli nel loro percorso di disassuefazione dal fumo. Ogni seduta dura un'ora, ma il tempo percepito 'sotto ipnosi' molto meno". La tecnica, dunque, funziona. "Si smette di fumare senza incappare nei classici 'effetti collaterali' come ingrassare. Nei primi giorni dopo l'addio alle sigarette si un po' pi nervosi, per via della dipendenza dalla nicotina che per si supera pi rapidamente di quanto si creda", conclude l'esperto.

(Mad/Adnkronos Salute)