Lombardia: debutta al Sant'Anna di Como la radioterapia intelligente
Lombardia: debutta al Sant'Anna di Como la radioterapia intelligente
Primo apparecchio in Italia presentato alla presenza dell'assessore Bresciani

Como, 12 dic. (Adnkronos Salute) - Debutta a Como la radioterapia 'intelligente' contro il cancro. Oggi all'ospedale Sant'Anna, alla presenza dell'assessore lombardo alla Sanit Luciano Bresciani, stata presentata l'apparecchiatura 'Vero', finanziata con 6 milioni di euro dalla Regione. Un grande cerchio di bianco con un contorno di giallo acceso: cos si presenta il nuovo acceleratore lineare, "unico del genere in Italia". Il macchinario pu ruotare intorno al paziente e 'inseguire' le lesioni tumorali con altissima precisione, quindi con il massimo rispetto dei tessuti sani.

"Questa macchina un apparecchio complementare a tutte le terapie tradizionali - ha affermato Bresciani - Ha la capacit di fare una Tac diagnostica che consente di correggere una terapia online, se necessario, e non solo costituisce un elemento di eccellenza sanitaria al servizio di Como e del suo territorio, ma si pone come un servizio offerto dai cittadini e messo a disposizione della Rete oncologica lombarda", ha precisato l'assessore. "Durante la rotazione - ha spiegato Dorian Cosentino, primario di Radioterapia al Sant'Anna - possibile sia visualizzare il tumore mediante radiografie ad alta risoluzione o attraverso un'immagine Tac, sia inseguirlo durante l'erogazione del fascio radiante. Il tumore pu essere irradiato anche se situato in organi che normalmente si muovono durante la seduta di radioterapia, senza dover muovere il paziente".

La prima terapia con la nuova apparecchiatura stata effettuata l'8 novembre scorso, e da allora sono stati trattati 5 pazienti. Le sedute durano una decina di minuti, ma in casi pi complessi possono essere pi lunghe. Quando l'attivit sar a pieno regime, potranno essere trattati 25-30 pazienti al giorno. "Un apparecchio esclusivo per una fascia di terapia esclusiva - ha commentato Bresciani - Siamo di fronte a un tipico esempio di come si possa tradurre il principio di sussidiariet: una funzione che serve tutti i cittadini lombardi, in quanto messa in rete e a disposizione di chi ne ha bisogno". L'Unit operativa di radioterapia del Sant'Anna di Como composta dal primario e da 7 medici, 13 tecnici sanitari di radiologia medica, 6 infermieri professionali, due assistenti amministrativi e un'ausiliaria. Ogni anno l'Uo segue 1.100 pazienti, esegue circa 7.300 visite e 77.500 trattamenti radioterapici.

(Red-Opa/Adnkronos Salute)