Sardegna: Asl Oristano, corso formazione prevenzione incidenti domestici
Sardegna: Asl Oristano, corso formazione prevenzione incidenti domestici

Cagliari, 12 gen. (Adnkronos Salute) - Da confortevole rifugio a pericolosa trappola: cos che si possono trasformare le mura domestiche se non vengono adottate le opportune precauzioni. In Italia si contano oltre 3 milioni di incidenti domestici all'anno, con un costo sociale e sanitario che supera i 400 milioni di euro. Le fasce pi vulnerabili ed esposte al rischio di ustioni, avvelenamenti, cadute, sono gli anziani e, ancora pi di frequente, i bambini fra 0 e 4 anni d'et. E' per informare correttamente sui pericoli nascosti nelle abitazioni che la Asl di Oristano, nell'ambito del programma regionale, ha organizzato per sabato 14 gennaio nella Sala conferenze dell'ospedale San Martino il corso di formazione 'Sorveglianza e prevenzione degli incidenti domestici'.

Dopo aver gi organizzato nei mesi scorsi un analogo incontro destinato agli insegnanti delle scuole d'infanzia e degli asili nido, ora l'attenzione sar rivolta agli operatori sanitari, figure che, entrando in contatto con i neogenitori fin dai primi giorni di vita del bambino, possono metterli in guardia fin da subito sui rischi che si annidano fra le mura di casa e sugli interventi correttivi da adottare per mettere al sicuro i propri figli. Il corso sar introdotto dal direttore del Dipartimento di prevenzione dell'Azienda sanitaria oristanese, Giuseppe Fadda, e dal referente aziendale del progetto, Antonio Serra.

Dopo una breve panoramica sui dati e sui contorni del fenomeno, saranno affrontati i temi del rischio legato all'annegamento, all'incendio, all'avvelenamento da sostanze chimiche e gas, alle scosse elettriche, ma anche dei giochi pericolosi e delle misure da prendere per far abitare ai propri piccoli una casa pi sicura. Per l'occasione, sar anche distribuito il materiale informativo predisposto dal gruppo di formatori aziendale: una guida semplice, schematica ed intuitiva su come prevenire soffocamenti, cadute, ustioni, folgorazioni, avvelenamenti e su come comportarsi in caso di incidenti domestici. Il vademecum potr essere distribuito negli ambulatori pediatrici, in quelli dei servizi vaccinali e nei consultori familiari.

(Adnk/Adnkronos Salute)