Influenza: pausa di riflessione per i 'papa'' del super-virus
Influenza: pausa di riflessione per i 'papa'' del super-virus

Roma, 20 gen. (Adnkronos Salute) - Dopo giorni di dibattito sulle pagine delle riviste scientifiche e sui giornali, i 'papa'' del 'supervirus' dell'influenza, un microrganismo altamente contagioso e letale per l'uomo derivato dal virus dell'aviaria H5N1, hanno pigiato sul freno. Annunciando oggi su 'Nature' e 'Science' una "pausa di riflessione" volontaria di 60 giorni. In questo periodo, assicurando Yoshihiro Kawaoka, Ron Fouchier e i loro colleghi, si interromperanno anche gli esperimenti sul supervirus.

Una decisione presa per cercare di capire come muoversi su un terreno decisamente minato, che ha visto infuriare il dibattito tra scienziati e governi. Da un lato si temono i rischi legati a conoscenze che, in mani sbagliate, potrebbero trasformare questi studi in un'arma bioterroristica, dall'altro si invoca l'accessibilit ai dati relativi alle ricerche scientifiche, l'unico mezzo per vagliare la bont degli studi. Ebbene, i ricercatori spiegano che lo stop deciso oggi necessario, dal momento che "i benefici di questa ricerca devono essere chiaramente illustrati", e le organizzazioni e i Governi di tutto il mondo hanno bisogno di tempo per discutere le soluzioni migliori bilanciare al meglio le opportunit e i rischi legati a questo lavoro.

Gli scienziati riconoscono che, nonostante "i benefici per la salute pubblica che deriverebbero dalla pubblicazione di questa ricerca", la paura che il supervirus mutato e altamente trasmissibile possa sfuggire dai laboratori ha generato un intenso dibattito sui potenziali pericoli di questa ricerca. I ricercatori vogliono rassicurare il pubblico sul fatto che questi esperimenti sono stati condotti in modo da ridurre al minimo ogni rischio di rilascio accidentale del patogeno. E aggiungono che nel corso dei due mesi di pausa di riflessione anche gli studi saranno interrotti.

(Mal/Adnkronos Salute)