Farmaci: Cittadinanzattiva, +1.200% costo benzilpenicillina, Aifa intervenga
Farmaci: Cittadinanzattiva, +1.200% costo benzilpenicillina, Aifa intervenga
Lettera associazione, la produca Istituto chimico farmaceutico militare

Milano, 26 gen. (Adnkronos Salute) - Un intervento urgente per garantire l'accesso alle cure ai pazienti che hanno bisogno della Benzilpenicillina, un farmaco il cui prezzo aumentato da un giorno all'altro del 1.200%, magari affidando la produzione all'Istituto chimico farmaceutico militare. E' l'appello contenuto nella lettera che Cittadinanzattiva scrive all'Agenzia italiana del farmaco. Nel testo una richiesta di intervento all'Aifa per risolvere le problematiche lamentate dai pazienti in cura con il farmaco Benzilpenicillina Benzatinica, impiegato nel trattamento di infezioni sostenute da microrganismi sensibili alla molecola, nella profilassi della malattia reumatica e delle recidive, e per la sifilide.

"Cittadinanzattiva e diverse associazioni a tutela dei diritti dei cittadini hanno ricevuto negli ultimi mesi numerose segnalazioni sul disagio dovuto al passaggio in classe C del farmaco prodotto unicamente dall'azienda farmaceutica Biopharma, in una nuova formulazione gi pronta per l'uso, in siringa pre-riempita", segnala l'associazione nella missiva firmata dai coordinatori del Tribunale per i diritti del malato e del Coordinamento nazionale delle associazioni dei malati cronici.

"Il costo del farmaco - ricorda Cittadinanzattiva - da maggio 2011 passato da 2 euro a 24 euro, con un rincaro del 1.200%; tale aumento di costo di fatto insostenibile per i malati ed inaccettabile, specie quando il farmaco viene utilizzato per la cura di patologie croniche, soprattutto in et pediatrica, come nel caso delle malattie reumatiche, e quando la cura con questo farmaco si rende indispensabile e insostituibile oltre che salvavita. Inoltre si registra spesso l'esigenza di dover utilizzare pi fiale per l'improvvisa ostruzione della siringa, dovuta alla cristallizzazione della sostanza e quindi alla conseguente necessit di dover acquistare pi prodotto". (segue)

(Com-Lus/Adnkronos Salute)