Sanita': in Italia record europeo cesarei, da Iss le istruzioni per l'uso (3)
Sanita': in Italia record europeo cesarei, da Iss le istruzioni per l'uso (3)
Promossi parto indolore, travaglio in acqua e con terapie complementari

(Adnkronos Salute) - La premessa che, "se non vi sono controindicazioni, il parto naturale preferibile al cesareo sia per il benessere della donna che del bambino". L'Iss elenca quindi alle donne i casi in cui necessario ricorrere al cesareo: "Quando il feto in posizione podalica fino alla fine della gravidanza, nonostante le manovre esterne eseguite dal medico sotto controllo ecografico; quando la placenta copre completamente o parzialmente il passaggio del feto nel canale del parto; quando sei diabetica e il peso stimato del feto supera i 4 chili e mezzo; quando sussiste il pericolo di trasmissione materno-fetale di malattie infettive (infezione da Herpes simplex virus, da virus dell'epatite C e B e da virus da immunodeficienza acquisita)".

Sono invece "da valutare di volta in volta il parto gemellare, il caso in cui il travaglio inizi prima del termine della gravidanza e un pregresso parto cesareo". Infatti, nonostante per le donne che hanno gi subito un cesareo il parto naturale rimanga raccomandato "in assenza di controindicazioni specifiche", nelle schede di dimissione ospedaliera il "pregresso parto cesareo" la causa principale di cesareo (26% del totale 'tagli'). E dall'ultimo rapporto Cedap (Certificato di assistenza al parto), risulta che "solo il 10% delle donne gi sottoposte a cesareo hanno partorito naturalmente, quasi tutte nelle strutture pubbliche, con forti differenze per area geografica".

Infine, l'Iss spiega che "il sostegno emotivo da parte di una persona di fiducia durante il travaglio di parto, e la rilevazione intermittente del battito cardiaco fetale a cadenza regolare, sia in periodo dilatante sia in periodo espulsivo", sono "gli interventi pi fortemente raccomandati durante l'assistenza intrapartum dalla Linea guida al fine di ridurre la probabilit di un parto mediante taglio cesareo. Tra gli altri: timing dell'induzione del travaglio di parto, partogramma, gestione attiva del travaglio di parto, analgesia peri-midollare durante il travaglio di parto, immersione in acqua durante il travaglio di parto, posizione e mobilit della donna durante il travaglio di parto, amniotomia precoce, terapie complementari durante il travaglio di parto".

(Red-Opa/Adnkronos Salute)