Farmaci: 'operazione Jackal', Gdf sgomina banda traffico falso viagra
Farmaci: 'operazione Jackal', Gdf sgomina banda traffico falso viagra
Arrestate 5 persone e sequestrate oltre 8.000 pasticche

Roma, 14 dic. (Adnkronos Salute) - Il possesso di oltre ottomila pasticche di Viagra false sono costate l'arresto a quattro uomini e una donna, tutti residenti nel pesarese, per il reato di ricettazione e detenzione ai fini della vendita di farmaci contraffatti. A firmare l''Operazione Jackal' nella mattinata di oggi, il Nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza di Pesaro, insieme alla Squadra Mobile della Questura, che hanno tratto in arresto le cinque persone in esecuzione di Ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip del Tribunale di Pesaro.

Le pasticche del medicinale contro l'impotenza 'taroccate', per la precisione sono 8012, sottoposte a sequestro sono risultate, a seguito di analisi tossicologiche, contraffatte. Il sodalizio criminoso - comunica la Gdf - aveva costituito un'articolata rete di rapporti, ognuno con un ruolo ben preciso, finalizzato alla commercializzazione delle pasticche da effettuare presso i locali della riviera marchigiana e romagnola. Le indagini hanno evidenziato la contraffazione del marchio apposto sui prodotti sequestrati e la loro pericolosit, trattandosi di medicinali provenienti dal mercato clandestino, privi di ogni controllo di qualit e affidabilit.

In particolare, le attivit di intercettazione hanno rivelato l'intenzione dei malviventi di spacciare il prodotto alterato soprattutto a giovani abituali frequentatori di discoteche e locali d'intrattenimento a un prezzo di circa 10 euro a pasticca. Tra gli arrestati figurano anche i titolari e gestori di un esercizio di vendita al dettaglio di prodotti di erboristeria non alimentare e di integratori alimentari nonch di una tabaccheria sedente nel capoluogo pesarese. Gli arrestati sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Villa Fastiggi.

(Com-Bdc/Adnkronos Salute)