Influenza: casi in aumento, sfiorano quota 100 mila a settimana
Influenza: casi in aumento, sfiorano quota 100 mila a settimana
Rapporto Influnet, bimbi piccoli sempre i piu' colpiti

Milano, 20 dic. (Adnkronos Salute) - Quasi centomila italiani a letto in una settimana. I virus influenzali 'affilano le armi' in vista del Natale, la festa preferita dai microbi invernali che proprio sotto l'albero trovano l'occasione ideale per diffondersi, veicolati da baci e abbracci di auguri. Secondo gli ultimi dati dei medici sentinella della rete Influnet, relativi al periodo dal 10 al 16 dicembre, le sindromi influenzali hanno colpito 99.500 persone (erano state 77.600 la settimana precedente), per un totale di quasi mezzo milione (468 mila) dall'inizio della sorveglianza epidemiologica. Come sempre il bersaglio principale sono i bambini piccoli, con un'incidenza di influenza e virus 'cugini' tripla rispetto a quella registrata nella popolazione generale.

"L'incidenza delle sindromi influenzali al livello di base - si legge nel bollettino - con un valore di 1,64 casi per mille assistiti. L'andamento della curva epidemica paragonabile a quello delle passate stagioni influenzali, tranne quella pandemica del 2009-2010". Nella fascia d'et 0-4 anni l'incidenza sale a 4,96 casi per mille assistiti, dai 5 ai 15 anni pari a 2,41 casi per mille, dai 15 ai 64 anni a 1,44 per mille e tra gli anziani over 65 a 0,55/mille.

"Nella cinquantesima settimana del 2012 - continua il rapporto Influnet - in molte regioni italiane l'incidenza al livello di base, tranne in Piemonte, Valle d'Aosta e Molise in cui l'incidenza superiore a 3 casi per mille assistiti". Tuttavia, i medici sentinella tengono a precisare che "l'incidenza osservata in alcune regioni fortemente influenzata dal ristretto numero di medici e pediatri che hanno inviato, al momento, i loro dati".

(Opa/Adnkronos Salute)