Sanita': Conaps a Balduzzi, professioni ancora senza Ordini
Sanita': Conaps a Balduzzi, professioni ancora senza Ordini

Roma, 20 dic. (Adnkronos Salute) - Duro intervento del presidente del Coordinamento nazionale delle professioni sanitarie (Conaps), Antonio Bortone, contro il ministro della Salute Renato Balduzzi. In una lettera aperta Bortone accusa: "Il suo comportamento ha consentito la regolamentazione di associazioni non riconosciute, mentre non si fatto nulla per quelle sanitarie gi regolamentate". Insomma, le professioni sanitarie sono ancora senza Ordini. "A questo punto palese la prevaricazione dell'interesse commerciale sull'interesse alla salute ed alla tutela del cittadino", aggiunge Bortone, puntando il dito contro l'operato del ministro, giudicato senza mezzi termini "inconcludente e fallimentare".

Nella missiva Bortone illustra le ragioni del malcontento: "L'approvazione in via definitiva del ddl 3270, avvenuta ieri alla Camera, palesa una grave ed ingiustificabile contraddizione. Si regolamentano associazioni professionali non riconosciute e non si ordinano invece quelle gi regolamentate? Nulla in contrario al Ddl in questione, ma non si comprende l'urgenza politica di questo provvedimento al cospetto di una oramai storica quanto vergognosa attesa d'istituzione degli Ordini per le professioni sanitarie. Signor Ministro, l'abbiamo pi volte sollecitata ad intervenire sulla questione, per tutelare le competenze delle professioni sanitarie nei confronti di professioni diverse che oramai invaderanno l'ambito sanitario, generando confusione e disorientamento. Non solo non ha mai dato riscontro alle nostre corrette ed educate sollecitazioni - si legge - ma il fatto pi grave che non mai intervenuto, consentendo cos il rapido completamento dell’iter parlamentare del Ddl approvato ieri".

"Abbiamo atteso una sua risposta coerente e concreta, di solito segno di piena responsabilit e affidabilit politica, sull'istituzione degli Ordini delle professioni sanitarie. Ad oggi, nulla pervenuto". E ancora: "Le professioni sanitarie appartengono al Dicastero che lei rappresenta ed amministra. Oggi si sentono completamente orfane ed abbandonate. Gi sensibilmente scosso, sul piano economico, il Ssn rischia di dissolversi sul piano giuridico". Per la Conaps tempo di agire: "Abbiamo atteso troppi anni; abbiamo creduto alla complessit dell'iter parlamentare e ad ogni altra dichiarazione d'urgenza che sorpassava in agenda il compimento dell'iter dei provvedimenti dove erano inseriti gli articoli riguardanti l'istituzione degli Ordini per le professioni regolamentate dalla Legge 43. Abbiamo comunque e sempre risposto con professionalit e correttezza istituzionale, sopportando rimandi e giustificazioni di circostanza". Ma i risultati non si sono visti, conclude Bortone, invitando il ministro a intervenire.

(Mal/Adnkronos Salute)