Sanita' Lazio: Lollobrigida, ospedale Subiaco non si tocca
Sanita' Lazio: Lollobrigida, ospedale Subiaco non si tocca

Roma, 20 dic. (Adnkronos Salute) - "L’ospedale di Subiaco non si tocca. Lo abbiamo detto in passato, lo stiamo ripetendo da tre anni. Siamo riusciti a convincere e far impegnare pubblicamente anche chi, in base a informazioni sbagliate e alla non conoscenza del territorio, aveva immaginato se ne potesse fare a meno. E oggi la 'furia tecnica' del commissario Enrico Bondi che si sta abbattendo sulla sanit laziale non pu riproporre quegli stessi errori". E’ quanto afferma il coordinatore provinciale di Roma del Pdl, Francesco Lollobrigida.

"La struttura sublacense - prosegue Lollobrigida - non un piccolo presidio medico di montagna, un capriccio della comunit locale, ma un reale punto di riferimento per un intero territorio: in sua mancanza, centinaia di migliaia di cittadini della Valle dell’Aniene dovrebbero percorrere decine e decine di chilometri in pi per ricevere la giusta assistenza, a questo punto non si sa capisce nemmeno in quale localit. Derubricarlo a presidio di primo intervento con appena 8 posti letto, secondo quelle che paiono essere le intenzioni del commissario Bondi, la cui azione stata avallata anche dal candidato della sinistra Nicola Zingaretti, significherebbe creare una vera e propria emergenza sanitaria in tutto il territorio".

"Il risanamento non si fa con la calcolatrice e con le forbici - prosegue Lollobrigida - ma con il buon senso. Il compito del commissario Bondi sarebbe creare le basi economiche per far fronte ad una situazione di difficolt, non certo quello di decidere in maniera verticale e indiscriminata, senza un analisi adeguata delle esigenze dei territori, la chiusura o il forte ridimensionamento di ospedali e cliniche. Ci siamo sempre battuti in tutte le sedi istituzionali - conclude il coordinatore _ per difendere l’ospedale di Subiaco dai continui attacchi e non abbiamo intenzione di cedere proprio adesso. Saremo al fianco di ogni mobilitazione in difesa dell'Angelucci".

(Adnk/Adnkronos Salute)