L'opera ha richiesto un investimento di circa 5 milioni di euro

La Spezia: inaugurata la variante alla strada statale Aurelia

ultimo aggiornamento: 13 giugno, ore 17:38
Il nuovo tratto consentira' di evitare il passaggio nell'abitato di La Spezia, tra la localita' Seresa e la ex strada statale 330 e di collegare le due principali vallate spezzine della Val di Vara e della Val di Magra


condividi questa notizia su Facebook

invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
La Spezia, 13 giu. - (Adnkronos) - L'Anas ha aperto al traffico un nuovo tratto della strada statale 1 Aurelia che costituisce la variante all'abitato di La Spezia, tra la localita' Seresa e la ex strada statale 330, e che consentira' di collegare le due principali vallate spezzine della Val di Vara e della Val di Magra, entrambe caratterizzate dalla presenza di importanti centri abitati e da un forte pendolarismo.

Alla cerimonia, sono intervenuti l'assessore alle Infrastrutture della Regione Liguria Raffaella Paita, l'assessore con deleghe alle Politiche della Viabilita' della Provincia di La Spezia Giorgio Casabianca, il sindaco del Comune di La Spezia Massimo Federici e il Condirettore generale dell'Anas Gavino Coratza.

''L'inaugurazione di oggi - ha affermato il presidente dell'Anas Pietro Ciucci nella sua lettera inviata ai presenti - pone la parola fine ad una lunga e sofferta vicenda che aveva nel corso degli anni fortemente penalizzato il sistema dei trasporti, in particolare, nel collegamento con la strategica e fondamentale infrastruttura portuale''. Risale, infatti, al 1992 la storia dei lavori di costruzione della variante, che furono suddivisi in due lotti.

''I lavori del primo lotto - ha ricordato il presidente Ciucci - furono addirittura abbandonati per problemi che si sono verificati durante lo scavo della galleria Marinasco e solo con un intervento di completamento, realizzato negli anni piu' recenti grazie ad uno straordinario sforzo non solo economico, ma anche di volonta' e di impegno organizzativo di Anas, e' stato possibile far ripartire i lavori, inaugurando l'opera nel 2008''.

Il secondo lotto - pur terminato nei tempi previsti (agosto del 1992) e costituito da due gallerie di poco meno di 1000 metri ciascuna (gallerie Sarbia e galleria Castelletti), da uno svincolo intermedio e da alcune tratte all'aperto - non fu mai aperto al traffico in quanto non funzionale alla circolazione.

''A partire da oggi - ha assicurato Pietro Ciucci - rendiamo quindi finalmente funzionale il secondo lotto, mediante il collegamento del primo lotto con la viabilita' esistente in localita' Felettino. Abbiamo, infatti, provveduto alla realizzazione di un collegamento che parte dalla fine del tratto realizzato nel '92 (all'uscita lato La Spezia della galleria Castelletti), e arriva all'innesto con la ex strada statale 330''.

La nuova infrastruttura stradale, lunga 3,3 km (a quali si aggiungono altri 3,1 km relativi al lotto 1, gia' aperti nel 2008) ha comportato anche la realizzazione di due svincoli a rotatoria: il primo necessario per collegare la variante con l'ospedale Felettino, gia' esistente e di prossimo rifacimento; il secondo invece necessario per collegare la variante con la ex strada statale 330 e con la viabilita' urbana. Per consentire l'apertura dell'intera tratta e' stato inoltre necessario rinnovare completamente gli impianti delle gallerie Sarbia e Castelletti, con un apposito appalto, i cui lavori sono stati ultimati lo scorso anno.

L'opera ha richiesto un investimento di circa 5 milioni di euro, a cui vanno aggiunti quelli degli impianti in galleria (circa 4 milioni di euro) e quelli piu' consistenti, effettuati nei primi anni '90 del lotto 2 della variante (pari a oltre 39 milioni di euro), per complessivi 48 milioni di euro.

''L'apertura della tratta odierna - ha concluso il presidente dell'Anas - e' tanto piu' significativa, visto che coincide con la vigilia della consegna dei lavori relativi al lotto 3 della variante prevista per luglio/agosto prossimi; lotto che completera' il sistema tangenziale di La Spezia in direzione sud-est, sgravando il centro cittadino da ingenti volumi di traffico, attraverso i diversi svincoli di collegamento previsti (investimento complessivo per 240 milioni di euro)''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
invia    stampa