Almanacco del giorno - Oroscopo  - Meteo - Mobile  - iPad - SMS - Agenda Camera
Al via congresso corte giustizia popolare

Salute, per il 60 per cento degli italiani è ancora diritto non tutelato

ultimo aggiornamento: 26 ottobre, ore 16:52
All'evento, che si chiuderà domenica 28 ottobre, parteciperanno insieme ai 2.600 delegati FederAnziani provenienti da tutta Italia, 600 tecnici tra medici, avvocati, magistrati, economisti sanitari, rettori di università, giornalisti, assessori alla Salute, deputati e senatori


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 3    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 26 ott. - (Adnkronos Salute) - Sei italiani su 10 non sentono tutelato il proprio diritto alla salute. E' quanto emerge dall'indagine nazionale, condotta su medici e pazienti, dal titolo 'Diritto alla salute per tutti', realizzata per FederAnziani dall'Istituto Piepoli che sara' presentata a Montesilvano (Pescara), al Palacongressi D'Abruzzo, al I Congresso della Corte di Giustizia popolare per il diritto alla salute - organismo nazionale di FederAnziani preposto alla tutela del diritto alla salute dei cittadini e all'elaborazione di proposte per un Servizio sanitario nazionale migliore e al tempo stesso sostenibile - che si apre domani. All'evento, che si chiudera' domenica 28 ottobre, parteciperanno insieme ai 2.600 delegati FederAnziani provenienti da tutta Italia, 600 tecnici tra medici, avvocati, magistrati, economisti sanitari, rettori di universita', giornalisti, assessori alla Salute, deputati e senatori.

Ai lavori e' annunciata la partecipazione del ministro della Salute, Renato Balduzzi, "sia il sabato pomeriggio che la domenica mattina per inaugurare la seconda giornata di attivita'", scrivono gli organizzatori in una nota. Scopo del congresso e' individuare le criticita' del Ssn e proporre soluzioni per tutto il comparto che coniughino efficienza e sostenibilita'. Nel pomeriggio del sabato saranno presentati i risultati dell'indagine nazionale, che ha interessato 1.028 pazienti e 1.024 medici, ripartiti tra Nord, Centro e Sud. Alla domanda "secondo lei quanto e' tutelato il suo personale diritto alla salute?", solo il 37% dei pazienti ha risposto "molto o abbastanza", mentre il 61% ritiene tale diritto poco o per nulla tutelato. Esattamente all'opposto le risposte dei medici, che per il 66% ritengono molto o abbastanza tutelato il diritto alla salute dei cittadini.

Fa tuttavia riflettere e preoccupa, secondo FederAnziani, la convinzione condivisa da quasi un terzo dei camici bianchi che la salute dei cittadini italiani sia poco tutelata. Ai medici e' stata, inoltre, posta la domanda: "Nel suo operato quanto pensa di tutelare la salute dei suoi pazienti?". Ebbene, il 64% ha risposto "molto", mentre un terzo ritiene di tutelare "abbastanza" la salute dei propri pazienti. A tendere una mano ai medici sono gli stessi pazienti convinti, nel 57% dei casi, che le ristrettezze economiche del Ssn condizionino l'erogazione delle migliori cure e terapie. Infine, i medici ritengono che le loro scelte, nell'ambito del lavoro quotidiano, siano influenzate piuttosto frequentemente per il 14% del campione, qualche volta per il 27% e molto frequentemente per il 2%.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Benessere
commenta commenta 0    invia    stampa   
adnkronos.com  |   aki arabic  |   aki english  |   aki italiano  |   salute  |   labitalia  |   musei on line  |   immediapress