Sesso: lo studio, ginseng e zafferano afrodisiaci 'verdi'

ultimo aggiornamento: 28 marzo, ore 17:57

commenta commenta 0     vota vota 9    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 28 mar. (Adnkronos Salute) - Per un'intimit pi piccante sotto le lenzuola, la ricetta passa dal men. Basta regalarsi un caff al ginseng o un risotto allo zafferano per veder migliorare l'intesa a letto. Entrambe queste spezie hanno infatti dimostrato un'efficacia documentata nel migliorare le prestazioni sessuali. Lo rivela una nuova revisione scientifica sugli afrodisiaci naturali, condotta da ricercatori dell'Universit di Guelph (Canada) diretti da Massimo Marcone, docente del Dipartimento di scienze degli alimenti dell'ateneo nordamericano.

Anche concedersi un bicchiere di vino e un po' di cioccolato aiuta ad accendere una serata, ma gli effetti afrodisiaci del 'cibo degli dei' sono probabilmente tutti mentali. Meglio evitare, invece, i pi oscuri 'spanish fly' (mosca spagnola) e 'bufo toad' (una rana da cui si estraggono speciali sostanze): rimedi naturali pubblicizzati anche sul web per le pretese virt afrodisiache, provocano per l'effetto opposto, e possono essere persino tossici. L'indagine diretta da Marcone sar pubblicata su 'Food Research International', ed gi disponibile online.

"Gli afrodisiaci sono stati usati per migliaia di anni in tutto il mondo, ma la scienza che sta dietro gli annunci non mai stata ben compresa", spiega Marcone. "Il nostro l'esame pi approfondito condotto fino ad oggi", assicura. Un settore sempreverde, dal momento che - nonostante i progressi farmacologici - non viene meno la ricerca di 'aiutini' sessuali di origine naturale e senza effetti collaterali negativi, spiega John Melnyk, che ha collaborato alla ricerca.

Insomma, le pillole blu, gialla e arancione contro la disfunzione erettile non hanno messo fine alla ricerca di rimedi 'verdi' salva-sesso. "Questi farmaci - prosegue Melnyk - possono dare mal di testa, dolori muscolari e disturbi della vista, e possono interagire con altri medicinali. Inoltre non aumentano la libido, dunque non aiutano le persone afflitte da scarso desiderio sessuale". I ricercatori canadesi hanno esaminato centinaia di studi su afrodisiaci naturali di largo consumo per indagare sui pubblicizzati effetti, psicologici e fisiologici.

Risultato? Tra i 'promossi' ci sono ginseng, zafferano e yohimbina, una sostanza chimica naturale estratta dagli alberi yohimbe nell'Africa occidentale: tutti e tre sono associati a un miglioramento della funzione sessuale umana. Inoltre le persone coinvolte negli studi riferiscono un aumento del desiderio dopo aver mangiato muira puama (una pianta che si trova in Brasile), radice di Maca (pianta di senape nelle Ande) e cioccolato. Ma nonostante il presunto potere afrodisiaco, il cioccolato non legato a eccitazione sessuale o piacere, spiegano i ricercatori. "Pu essere che alcune persone sentano un effetto provocato da alcuni ingredienti nel cioccolato, soprattutto feniletilamina, che pu influenzare i livelli di serotonina ed endorfine nel cervello", dice Marcone. Insomma, il piacere 'da bon bon' 'tutto nella mente'.

E i calici? L'alcol aumenta l'eccitazione sessuale, ma d'altra parte insidia la performance. E ancora: noce moscata, chiodi di garofano, aglio, zenzero e ambra grigia sono tra le sostanze legate ad un aumento del comportamento sessuale negli animali molto gettonate dagli esseri umani. Nel caso dell'uomo, per, gli scienziati invitano alla cautela. "Attualmente, non ci sono prove sufficienti per sostenere l'ampio uso di queste sostanze come afrodisiaci efficaci", conclude Marcone. Non si tratta, per, di una bocciatura: "Servono ulteriori studi clinici, per comprenderne meglio gli effetti sull'uomo".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Benessere
commenta commenta 0    invia    stampa