Ilva, Passera: ''Bisogna evitare la chiusura. Il Governo far di tutto''

ultimo aggiornamento: 13 agosto, ore 10:03
Roma - (Adnkronos) - Il ministro dello Sviluppo economico in un colloquio con la 'La Stampa': ''Trovare una via d'uscita che coniughi sostenibilit e lavoro doveroso e possibile'


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 4    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 13 ago. (Adnkronos) - ''La cotrapposizione non serve. Ma e' giusto dare chiarezza sulla base degli atti per valutare tecnicamente come superare questa situazione di impasse. Da queste vicende si esce solo con senso di responsabilita' e forte collaborazione''. Il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, spiega - in un colloquio con la 'La Stampa' - la posizione del governo sull'Ilva.

''La contrapposizione non interessa al governo e non serve - aggiunge Passera -. Il Governo fara' di tutto per evitare la chisura dell'Ilva, per questo bisogna andare oltre la sterile contrapposizione tra istituzioni e magistratura. Ciascuno agisce nell'ambito delle sue competenze - conclude - e trovare una via d'uscita che coniughi sostenibilita' e lavoro e' doveroso e possibile''.

ILVA: CLINI, A RISCHIO IL RISANAMENTO AMBIENTALE

Roma - "Il gip di Taranto ha assunto una decisione in conflitto con le autorita' competenti che, in base alla legge nazionale che deriva dalle direttive europee, stanno esercitando le loro funzioni ordinarie. Il ministro dell'Ambiente d'intesa con il presidente della Regione Puglia, ha rilasciato a Ilva il 4 agosto 2011 l'Autorizzazione integrata ambientale (Aia), che autorizza l'esercizio degli impianti a condizioni che siano rispettate le misure di prevenzione individuate dalla autorizzazione stessa per la protezione dell'ambiente e della salute". Cosi' in una lettera al 'Corriere della Sera' il ministro dell'Ambiente Corrado Clini.

"Ilva - scrive - ha presentato ricorsi contro alcune delle prescrizioni, osservando che quest'ultime erano piu' restrittive delle norme nazionali ed il Tar ha dato parzialmente ragione a Ilva. Il 12 marzo 2012, dopo la decisione della Commissione Europea dell'8 marzo 2012 che ha individuato la lista delle migliori tecnologie da impiegare negli impianti siderurgici europei per assicurare la migliore protezione dell'ambiente e della salute, ho riaperto la procedura di Aia allo scopo di allineare rapidamente Ilva alle nuove disposizioni europee. Ilva ha presentato ricorso contro la mia decisione, osservando che le disposizioni europee prevedono che le procedure di autorizzazione devono essere riaperte non prima del 2016".

ILVA, FERRANTE: MI BATTERO', NON SI UCCIDE AZIENDA SENZA SENTENZA

Roma - ''Non entro nel merito del provvedimento. Non dimentichiamo, pero', che siamo in una fase cautelare. Non c'e' una sentenza. Non si uccide un'azienda mandando a casa migliaia di lavoratori''. Lo dice Bruno Ferrante, presidente dell'Ilva, intervistato da 'Repubblica', a proposito della decisione del Gip di Taranto, Patrizia Todisco, che gli ha revocato l'incarico di custode giudiziario dello stabilimento. Un incarico, spiega Ferrante, che ''era un modo per mantenere il collegamento tra il lavoro svolto dagli altri custodi e l'attivita' della societa', perche' accanto alle indicazioni di risanamento dei periti c'era un pacchetto di iniziative condivise con governo e Regione''.

Quanto ai rischi dell'inquinamento da diossina, Ferrante sottolinea: ''le responsabilita' ci sono state, ma riguardano il passato. Omissioni anche da parte dell'Ilva, che ha comunicato male, si e' mostrata litigiosa''. Ma adesso si tratta di ''tornare a un clima piu' sereno e positivo'' e in questa direzione ''il Riesame ci aveva dato una prospettiva, saggia e ragionevole: utilizzare gli impianti per metterli in sicurezza''.

Infine Ferrante, che oggi vedra' i sindacati, asssicura: ''il momento e' difficile ma l'ipotesi di licenziamento non rientra nel nostro orizzonte. Non ne abbiamo neanche parlato''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Edicola
commenta commenta 0    invia    stampa