Immedia - Immediapress

TV SD amplia le proprie attivit grazie alla liberalizzazione in Italia

ultimo aggiornamento: 13 agosto, ore 12:37

commenta commenta 0     vota vota 6    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
MONACODI BAVIERA, August 13, 2012 /PRNewswire/ --

- Controlli periodici delle caldaie a vapore e dei serbatoi a pressione

TV SD amplia il proprio raggio d' azione in Italia grazie ai controlli delle caldaie a vapore e dei serbatoi a pressione. Con l'abolizione del potere esclusivo da parte dello Stato di procedere a verifiche, il fornitore internazionale di servizi ha gi ottenuto in 13 regioni il riconoscimento come ente di controllo autorizzato .In futuro, TV SD potr quindi erogare servizi a livello nazionale alle aziende attive da un'unica sede operativa.

"I controlli periodici degli impianti soggetti a verifiche costituiscono  il core business della nostra azienda", dichiara il dott. Boris Gehring, direttore del "Division Industry Service" di TV SD. "Con l'incremento su tutto il territorio dei controlli di caldaie a vapore e serbatoi a pressione, perseguiamo con coerenza la nostra strategia di internazionalizzazione in Italia". TV SD sfrutta le possibilit che si presentano dalla liberalizzazione del mercato italiano in materia di verifiche e dall'abolizione del monopolio esclusivo da parte dello stato in questo settore.

Grazie a questa liberalizzazione, l'Italia applica le direttive dell'Unione europea. Dieci anni fa, l'Unione europea stessa richiese con una normativa corrispondente che gli Stati membri consentissero la libera concorrenza in materia di controlli degli impianti che necessitano di verifiche. In Germania tale liberalizzazione gi avvenuta; e i termini relativi al periodo di transizione sono scaduti il 1 gennaio 2008. Dalla fine di maggio 2012 le aziende italiane possono accreditarsi come enti preposti al controllo degli impianti soggetti a verifiche. L'autorizzazione viene concessa dagli uffici competenti delle 20 regioni italiane. Si autorizzano solo quelle aziende che hanno una sede nella relativa regione e almeno due verificatori in loco.

Servizi su tutto il territorio da un'unica sede operativa

"In questo periodo di tempo relativamente breve, abbiamo gi ottenuto l'accreditamento in 13 regioni italiane", spiega Gennaro Oliva, direttore della Divisione industriale di TV Italia. "Con la nostra presenza sul territorio, abbiamo un netto vantaggio rispetto agli altri principali enti di controllo che di norma operano in una o due regioni". Secondo quanto dichiarato dal signor Oliva, ne possono approfittare le aziende con sedi in tutta Italia, aziende chevogliono acquisire servizi di controllo da un'unica sede operativa.

Come filiale del gruppo industriale internazionale TV SD, TV Italia offre una gamma completa di servizi di controllo e certificazioni che riguarda i controlli periodici su macchinari, apparecchi a pressione, impianti e strutture da luna park, passando alle prove non distruttive sui materiali in installazioni e impianti di tutti i tipi, fino ad arrivare ai controlli sui beni di consumo e alla certificazione dei sistemi di gestione. "Il mercato italiano molto importante per noi e continueremo a potenziare ulteriormente la nostra posizione su questo mercato", afferma Joachim Birnthaler, direttore della divisione"Region Western Europe" di TV SD. Il fatturato di TV Italia, pressoch raddoppiato dal 2009, ne la testimonianza.

Si possono trovare ulteriori informazioni sul controllo degli impianti soggetti a verifiche in Germania al seguente indirizzo: http://www.tuev-sued.de/is e sui servizi di TV Italia all'indirizzo:http://www.tuv.it.

Ufficio stampa: Dott. Thomas Oberst TV SD AG Divisione "Unternehmenskommunikation" (Comunicazione aziendale) Westendstrae 199 80686 Monaco Tel.:+49(0)89-57-91-23-72 Fax: +49(0)89-57-91-22-69 E-Mail: thomas.oberst@tuev-sued.deInternet: http://www.tuev-sued.de


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Energia
commenta commenta 0    invia    stampa