Immedia - Immediapress
Giuseppe Gagliano

Giuseppe Gagliano: "Guerra economica e intelligence - Il contributo della riflessione strategica francese"

ultimo aggiornamento: 06 settembre, ore 10:46

commenta commenta 0     vota vota 3    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Como, 6 settembre 2013 - “La verit cos preziosa che bisogna proteggerla sempre con una cortina di bugie”.

Questa semplice ma allo stesso tempo complessa frase di Winston Churchill apre l’ultimo saggio di Giuseppe Gagliano, Presidente del Cestudec (Centro Studi Strategici Carlo De Cristoforis) intitolato “Guerra Economica e Intelligence - Il contributo della riflessione strategica francese” (Edizione Fuoco, 15 euro).

Nell'era della globalizzazione totale sempre pi importante comprendere come le forze economiche di un Paese si organizzino per fare dell’informazione uno strumento di sviluppo economico e di difesa dei suoi interessi vitali, tanto pi che la crisi in cui siamo entrati rischia di accrescere, ancora di pi, la lotta per l’accesso ai mercati mondiali. Lo scontro a livello economico si radicato con forza soprattutto dopo la conclusione della Guerra Fredda e si presenta come un conflitto in crescita, nel quale non solo gli attori coinvolti sono spesso tra loro interdipendenti, ma agiscono all’interno di una rete globale che non ha dei riferimenti geografici o giuridici precisi e unici, complicando ancora di pi la lettura del quadro d’insieme. Per annientare il proprio nemico nella guerra economica qualunque mezzo lecito - dalle misure protezionistiche fino allo spionaggio o alle attivit di lobbying - e non vi sono strutture che determinino limiti o stabiliscano un ordine. In particolare, con l’enorme diffusione dei mezzi di comunicazione, la guerra economica si avvalsa sempre pi di un suo strumento efficace: la guerra dell’informazione. Gli attori coinvolti, siano essi Stati o imprese, usano questo strumento per aumentare il proprio raggio d’azione a livello planetario (basti pensare alla possibilit di comunicare in tempo reale da una parte all’altra del mondo), ma anche come mezzo marcatamente offensivo (manipolando a proprio vantaggio, per esempio, le informazioni destinate ai consumatori).

Di seguito il link relativo all’articolo sulla guerra economica apparso sul sito ufficiale del Cestudec): http://www.cestudec.com/documento.asp?id=304


Per informazioni:

cestudec@gmail.com
cestudec.com


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Politica E PA
commenta commenta 0    invia    stampa