Labitalia

A 'Campus Mentis' si discute di giovani e previdenza in era flessibilit

Un momento dell'inaugurazione del 'Campus Mentis' di Pomezia il 25 ottobre (Foto Labitalia)  Un momento dell'inaugurazione del 'Campus Mentis' di Pomezia il 25 ottobre (Foto Labitalia)
ultimo aggiornamento: 18 novembre, ore 11:07
A Pomezia si svolta la consueta conference, appuntamento promosso da 'Tempor', tra le prime societ di lavoro temporaneo da oltre 10 anni.


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 10    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 18 nov. (Labitalia) - Giovani, futuro e previdenza nell'era della flessibilit. Si parlato di questo nella consueta conference al 'Campus Mentis' di Pomezia. L'appuntamento stato promosso da 'Tempor', tra le prime societ di lavoro temporaneo da oltre 10 anni. Dopo l'introduzione di Fabrizio D'Ascenzo, responsabile del dipartimento di ricerca Impresapiens, stato proprio l'amministratore delegato Tempor, Francesco Gordiani, ad aprire il dibattito.

"Siamo a un cambiamento epocale del mercato del lavoro per i giovani -ha detto Gordiani- e, soprattutto, siamo nell'era della flessibilit. Non va per dimenticata la tutela previdenziale e contrattuale, come facciamo noi di Tempor. Le sfide oggi sono tante e parliamo sempre di pi di lavoro in somministrazione e il posto fisso solo un retaggio del passato". L'obiettivo, allora, "far dialogare il mondo dell'impresa con il mercato del lavoro e su questo la legge Biagi ci ha permesso di avere un quadro normativo di riferimento". L'esortazione, ha concluso Francesco Gordiani, va alle istituzioni che "dovrebbero dare sempre maggiore spazio alle opportunit occupazionali".

Una sfida accolta da Chiara Colosimo, consigliere della Regione Lazio, che ha annunciato nel corso dell'incontro la ferma volont di realizzare uno sportello regionale di placement "rivolto agli studenti per offrire possibilit concrete gi durante l'universit: questo progetto diventer una proposta di legge".

Garantire un futuro previdenziale ai giovani quello che si augurata anche Gabriella De Michele, direttore Inps della sede regionale Lazio. "Il mio auspicio -ha dichiarato- che ciascuno possa lavorare con un contratto a tempo indeterminato e laddove questo non sia possibile, che tutti siano tutelati perch ogni contratto dovrebbe garantire una parte previdenziale. La sfida resta sempre quella di combattere il lavoro nero".

Il segretario generale di Manageritalia, Massimo Fiaschi, ha sottolineato come la previdenza sia un diritto futuro "che si costruisce nel presente", mentre Massimo Servello, responsabile del Cpo Uil, ha puntato sulla previdenza integrativa e sui diversi strumenti disponibili. Ha chiuso la conference l'intervento di Nevio Bianchi, consulente del lavoro ed esperto del 'Sole 24 Ore' di diritto del lavoro e previdenziale, spiegando come la previdenza integrativa sia pi conveniente di quella tradizionale a livello fiscale, "nella sua gestione flessibile e nel suo essere un piccolo salvadanaio da poter utilizzare anche in un momento di difficolt".


dentro Lavoro
dati  |   politiche  |   sindacato  |   professioni  |   formazione  |   welfare  |   video
pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Formazione
commenta commenta 0    invia    stampa