Labitalia

Museo marino e mega yacht, ecco il nuovo volto dello scalo di Civitavecchia

ultimo aggiornamento: 16 novembre, ore 17:28
Nasce anche porto commerciale di Fiumicino, riqualificazione per Gaeta.


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 6    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Civitavecchia, 16 nov. (Labitalia) - Museo marino e mega yacht. Nuovo terminal 'diffuso' per navi da crociera e pi spazi per le navi container. E' questo, e tanto altro, il nuovo 'volto' del porto di Civitavecchia 'disegnato' nel 'Piano triennale delle opere 2012-2015' dell'Autorit portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta, presentato oggi dal presidente dell'Autorit, Pasqualino Monti, e che prevede interventi anche per gli scali di Fiumicino e Gaeta.

Si comincia con quasi 11 milioni di euro per la riqualificazione del porto storico, destinato a diventare uno dei marina yachting pi affascinanti al mondo, con mega yacht attraccati tra la darsena romana, Porta Livorno, le mura di Urbano VIII con il mascherone del Bernini e il Forte Michelangelo.

E, demoliti i sili del grano e il magazzino del sale, con la delocalizzazione sulla banchina 26 del nuovo terminal granaglie, il progetto, per oltre 35 milioni di euro, prevede la realizzazione di un museo marino e oceanario, con la possibilit di accogliere oltre 700.000 visitatori all'anno e la ricostruzione dell'Arsenale del Bernini, dopo la costruzione della nuova sede dell'Agenzia delle Dogane, gi completata nei pressi del Terminal Container, e della nuova Direzione Marittima delle Capitanerie di Porto, nei pressi dell'ex molo 2 delle Ferrovie dello Stato.

E, ancora, 35 milioni di euro saranno investiti per realizzare un grande 'terminal diffuso', in grado di movimentare altro 36.000 passeggeri contemporaneamente. La societ concessionaria Rct realizzer, infatti, una serie di terminal al servizio delle 6 mega navi che, una volta ultimati gli investimenti, potranno stazionare contemporaneamente sull'antemurale, aggiungendosi agli altri 2 attracchi per unit pi piccole situati nel porto storico e agli ulteriori 2 accosti dedicati, previsti a nord nella darsena traghetti.

Spazio importante nel nuovo scalo sar dato alla movimentazione delle merci. Liberare la banchina 25 dai traffici crocieristici, infatti, consentir di attuare pienamente il Piano regolatore portuale, che prevede l'utilizzo della stessa a servizio del terminal container. Lo stesso terminal sar potenziato con l'utilizzo di 6 nuove gru. Le potenzialit di movimentazione saranno portate a 700.000 teus, con l'obiettivo per il prossimo anno di movimentare 300.000 teus totali.

Ancora, le opere marittime della nuova darsena traghetti intitolata a Sant'Egidio, saranno terminate all'inizio del 2015. Con l'investimento di 193 milioni di euro, previsto nella Legge Obiettivo e finanziato dal Cipe e dall'Autorit portuale, il porto di Civitavecchia avr 9 nuovi attracchi, di cui 6 per cruise-ferry ro-ro, 2 per navi da crociera e 1 dedicato per terminalista. Oltre all'ulteriore prolungamento di 400 metri dell'antemurale, sar realizzata anche una nuova darsena servizi per le imbarcazioni delle forze dell'ordine, i servizi tecnico-nautici, la flotta pescherecci, il bunkeraggio e i cantieri navali. I primi 2 moli (27-28) saranno pronti gi a giugno 2013.

Ma gli investimenti non riguarderanno solo Civitavecchia. A Fiumicino- verranno destinati 165 milioni di euro per il nuovo porto commerciale, che punta a rappresentare il nodo di completamento di un sistema logistico strategico per tutto il Paese, non solo per la posizione geografica, alle porte di Roma, ma soprattutto per la rilevanza degli insediamenti e delle infrastrutture esistenti, quali l'aeroporto internazionale Leonardo da Vinci, Cargo City, Commercity, l'interporto, la nuova Fiera di Roma, il nodo autostradale tra corridoio Tirrenico e Gra.

E oltre 10 milioni di euro verranno destinati a mettere in sicurezza la foce del porto canale, in attesa della realizzazione del nuovo porto commerciale. Nel 2013 saranno avviati lavori per la messa in sicurezza idraulica della foce e la realizzazione di un nuovo ponte pedonale.

A Gaeta, sono destinati invece 33 milioni di euro per la realizzazione dei nuovi piazzali operativi, mentre 950 mila andranno a interventi sul lungomare. Prevista anche la riqualificazione completa della zona demaniale del lungomare per un importo di circa 12 milioni di euro.


dentro Lavoro
dati  |   politiche  |   sindacato  |   professioni  |   formazione  |   welfare  |   video
pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
TAG
porti
tutte le notizie di Politiche
commenta commenta 0    invia    stampa