Labitalia

Tra business e 'social' al via Forum Risorse Umane 2013

ultimo aggiornamento: 26 novembre, ore 14:32
Appuntamento il 27 novembre a Milano.


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 2    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 26 nov. (Labitalia) - Appuntamento domani, mercoled 27 novembre, a Milano, in piazza Affari, a Palazzo Mezzanotte, sede storica della Borsa Italiana, con il Forum delle Risorse umane 2013. L'evento organizzato da Comunicazione Italiana, il primo business social media italiano, che unisce 20 associazioni di categoria e oltre 53.000 top manager e professionisti della comunicazione, marketing e Hr management.

Anche quest'anno, sar l'occasione per aziende, istituzioni pubbliche, universit, business school, associazioni e sindacati, di incontrarsi per confrontarsi, attrarre i talenti e allo stesso tempo dialogare con la comunit politica, economica, scientifica e sociale del paese. "Gli obiettivi principali dell'edizione 2013 sono la ricerca di soluzioni condivise per rispondere alle sfide del cambiamento e dare un nuovo orizzonte di sviluppo sociale ed economico", dichiara Fabrizio Cataldi, organizzatore dell'evento e fondatore di Comunicazione Italiana.

L'agenda, ricca di appuntamenti, prevede una serie di incontri su specifici temi, hr focus di settore e interventi dove saranno evidenziate le best practice innovative di gestione delle risorse umane, tra cui quelli di: Anna Maria Mazzini, marketing manager di InfoJobs.it (principale realt in Italia ed Europa nel settore del recruiting online per numero di offerte di lavoro, traffico Internet e numero di cv in database), Franco Toffoletto, presidente dello studio legale Toffoletto De Luca Tamajo e soci specializzato nel diritto del lavoro e sindacale, e Giorgio Angeli, managing director, responsabile settore Human Capital Management Accenture, azienda globale di consulenza direzionale, servizi tecnologici e outsourcing.

InfoJobs.it rinnova l'appuntamento con la presentazione dei risultati delle attivit dell’Osservatorio, con dati aggiornati sull'andamento del mercato in Italia, settori, categorie professionali e aree geografiche in crescita. "Quest'anno - dichiara Anna Maria Mazzini - faremo inoltre il punto sui temi lanciati l'anno scorso, per verificarne trend ed evoluzione: come cambiata la definizione di flessibilit lavorativa vista da chi cerca lavoro e l'impatto che questa sta gi avendo sulle aziende e i dipartimenti Hr; l'opinione dei manager sulle pratiche di talent management e la loro importanza per la crescita aziendale; le modifiche nel comportamento di navigazione e fruizione del recruiting da parte dei candidati: l'importanza del mobile e del social per la ridefinizione del recruiting 2.0".

Franco Toffoletto, invece, presenter un'analisi delle novit introdotte dalla riforma Fornero e degli effetti prodotti, con particolare riferimento alle misure adottate di flessibilit in entrata e all'applicazione giurisprudenziale conseguente alla modifica dell'articolo 18. Da sempre convinto della necessit di una normativa di diritto del lavoro pi semplice e flessibile, che sia a servizio delle imprese e della loro crescita, Toffoletto far, inoltre, un confronto della normativa italiana con quella prodotta da Germania, Francia, Spagna e Regno Unito.

"Se provassimo a semplificare le norme, adottando per tutte le nuove assunzioni un'unica forma di contratto a tempo indeterminato, con la possibilit di recesso, nei primi due anni, con un preavviso di 3 mesi, sono sicuro che assisteremmo a un incremento dell'occupazione", ha assicurato Toffoletto. "I recenti dati pubblicati da Isfol - ha aggiunto - dimostrano, ad esempio, il fallimento della normativa sul contratto di apprendistato. Occorre agire con misure semplici ed efficaci, dando fiducia alle imprese che sono disponibili ad assumere e a investire nella formazione, se vi sono regole chiare. Non si pu pi aspettare".

Da parte sua, Giorgio Angeli punter l'attenzione sulle tendenze pi recenti dell'innovazione tecnologica nelle risorse umane. Il punto di vista Accenture offre, infatti, un osservatorio privilegiato rispetto ai principali investimenti It dell'Hr: Talent Management Integration, Analytics, Mobility e soprattutto Cloud. Con riferimento a quest’ultimo, Angeli spiega: "La rapidit di realizzazione delle soluzioni cloud e la loro forte focalizzazione su processi strategici ben si coniugano con la crescente dinamicit organizzativa che sta spingendo il settore verso il cambiamento. La gestione delle risorse umane oggi pu notevolmente condizionare le performance dell'azienda, garantendo quel 'talent advantage' indispensabile per competere nel mercato".

Nel talk show d'apertura, inoltre, Roberto Baldassari, vicepresidente esecutivo dell'Istituto Piepoli, presenter i dati del sondaggio su quali sono i cambiamenti pi significativi che possono trasformare il mondo del lavoro, mentre nel dibattito successivo su welfare e Csr, si commenteranno i risultati di una ricerca condotta da Ipsos Loyalty.

Fitto anche il programma di 'business matching', gli incontri one-to-one tra imprenditori, top manager, Hr director, business developer director, che hanno come obiettivo la creazione di opportunit di business.


dentro Lavoro
dati  |   politiche  |   sindacato  |   professioni  |   formazione  |   welfare  |   video
pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Politiche
commenta commenta 0    invia    stampa