Labitalia

Al via settimana europea per la salute e la sicurezza sul lavoro

ultimo aggiornamento: 21 ottobre, ore 10:14
Per sensibilizzare cittadini, imprese e istituzioni.


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 2    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 21 ott. (Labitalia) - Al via l'edizione 2013 della 'Settimana europea per la salute e la sicurezza sul lavoro', indetta da Eu-Osha (Agenzia europea per salute e la sicurezza sul lavoro) per informare e sensibilizzare cittadini, imprese e istituzioni sui temi della prevenzione e della tutela sul lavoro.

La settimana europea rappresenta quest'anno un'occasione di respiro internazionale per dare massima diffusione in particolare ai messaggi della campagna 'Ambienti di lavoro sani e sicuri 2012-2013 - Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi', che si avvia alla conclusione il prossimo novembre. L'iniziativa decentralizzata ed finalizzata ad aiutare le autorit, le imprese, le organizzazioni, i dirigenti, i lavoratori e i loro rappresentanti nonch altre parti interessate a livello nazionale a collaborare al rafforzamento della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro. La campagna promuove molteplici attivit a livello nazionale ed europeo, compresi incontri e seminari di parternariato a livello nazionale.

Eu-Osha, in occasione della 'Settimana europea per la salute e la sicurezza sul lavoro', ha invitato pertanto tutti gli organismi, associazioni datoriali, sindacati, enti di ricerca, istituzioni e aziende, a organizzare in quei giorni incontri, seminari e iniziative per promuovere il valore del dialogo, della partecipazione dei lavoratori e del coinvolgimento della leadership nella gestione della sicurezza sul lavoro in azienda.

E dall'indagine dell'Eu-Osha, realizzata fra le imprese sui rischi nuovi ed emergenti, risulta che le imprese europee ricorrono ad azioni formali (politiche o procedurali) per affrontare sia questioni inerenti alla sicurezza e alla salute sul lavoro sia i rischi psicosociali, ma ricorrono anche ad azioni meno formali (ad hoc), specialmente quando si tratta dei rischi psicosociali.

Pi di un terzo delle imprese, in particolare quelle pi piccole, fa svolgere le valutazioni dei rischi a professionisti esterni. Vi sono, tuttavia, importanti differenze per paese, con tassi di esternalizzazione molto bassi in Danimarca, Regno Unito, Svezia ed Estonia, anche fra le imprese pi piccole.

In circa il 40% delle imprese, le questioni di sicurezza e alla salute sul lavoro sono discusse regolarmente nelle riunioni dell'alta dirigenza, mentre la partecipazione dei superiori gerarchici nella gestione della sicurezza e alla salute sul lavoro citata come molto o abbastanza elevata nella maggior parte delle imprese (75%).


dentro Lavoro
dati  |   politiche  |   sindacato  |   professioni  |   formazione  |   welfare  |   video
pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Welfare
commenta commenta 0    invia    stampa