Un nuovo rapporto dimostra che le politiche sul Tabacco prese in considerazione dalla Commissione Europea presentano un "rischio significativo" di incrementare la criminalita in Europa

ultimo aggiornamento: 03 aprile, ore 10:48

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
(IMMEDIAPRESS) Transcrime: Un nuovo rapporto dimostra che le politiche sul Tabacco prese in considerazione dalla Commissione Europea presentano un "rischio significativo" di incrementare la criminalita in Europa MILANO, April 3, 2012 /PRNewswire/ -- Un nuovo rapporto pubblicato oggi da Transcrime, il Centro Inter-universitario di Ricerca sulla Criminalit Transnazionale, avverte che le opzioni politiche attualmente prese in considerazione dalla Commissione Europea come parte della revisione della Direttiva sui Prodotti del Tabacco presentano un rischio significativo di incrementare la criminalit ed il commercio illecito del tabacco.

Il rapporto redatto da Transcrime utilizza una metodologia di crime proofing (n.d.t. strumento di prevenzione criminale) ampiamente approvata che valuta le opportunit criminali che sono create dalla legislazione in modo involontario. Da unanalisi di tutte le opzioni politiche proposte per la revisione della Direttiva sui Prodotti del Tabacco, Transcrime ha identificato tre importanti aree che verosimilmente possono incrementare la criminalit: confezione generica per i prodotti del tabacco, implementazione di un "principio chi inquina paga" e il divieto di esporre i prodotti del tabacco al punto vendita.

"Lesercizio di crime proofing da noi condotto ha dimostrato che alcune delle opzioni politiche contemplate dalla Commissione Europea presentano rischi significativi di creare involontariamente opportunit per il commercio illecito dei prodotti del tabacco. In particolare, esiste un rischio elevato che un provvedimento, quale la confezione generica, aumenti la contraffazione dei prodotti del tabacco e renda difficile per i consumatori distinguere i prodotti legali da quelli illegali " commenta lautore della relazione, il Professor Ernesto Savona.

Le informazioni disponibili sulla valutazione dellimpatto attualmente in corso per la revisione della Direttiva sui Prodotti del Tabacco indicano che la Direzione Generale per la Salute e la Protezione dei Consumatori (DG SANCO) ha praticamente ignorato i potenziali impatti sul commercio illegale dei prodotti del tabacco.

"Contrariamente alle loro stesse linee guida, i legislatori Europei raramente considerano le implicazioni relative al rischio di criminalit nella preparazione di nuove leggi, e la revisione della Direttiva sui Prodotti del Tabacco da parte della DG SANCO sembra confermare ci," continua il Professor Savona.

Nel rapporto, Transcrime sottolinea la necessit di ulteriori ricerche ed attenzione da parte dei legislatori al fine di valutare, tra le molteplici conseguenze, anche limpatto sulla criminalit delle misure politiche del tabacco attualmente proposte, il che stato sistematicamente ignorato sino ad ora.

"La legislazione dovrebbe essere completamente "sigillata" contro il rischio di creare opportunit per i criminali. Sappiamo che il mercato del tabacco dellUE gi estremamente vulnerabile al commercio illecito, pertanto necessario esercitare maggiore prudenza quando si considera lintroduzione di nuove misure politiche nel mercato del tabacco." conclude il Professor Savona.

Il rapporto "Crime proofing delle opzioni politiche per la revisione della Direttiva sui Prodotti del Tabacco" disponibile online: http://www.transcrime.unitn.it/tc/664.php

A proposito di Transcrime:

Transcrime (http://www.transcrime.it) il Centro Inter-universitario di Ricerca sulla Criminalit Transnazionale dell Universit Cattolica del Sacro Cuore di Milano e dellUniversit degli Studi di Trento. Fondato nel 1994, il Centro diretto da Ernesto U. Savona, Professore di Criminologia allUniversit Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Transcrime analizza i fenomeni criminali e le strategie per prevenire e combattere la criminalit, e identifica soluzioni innovative per migliorare lefficacia e lefficienza delle politiche atte a prevenire e combattere le attivit criminali a livello locale, nazionale e internazionale.

Liniziativa di Transcrime di condurre una ricerca di crime proofing sulla potenziale politica del tabacco stata favorevolmente accolta da Philip Morris International, la quale ha accettato di contribuire finanziariamente alla ricerca. Transcrime ha mantenuto pieno controllo e si fa garante dellautonomia della ricerca e dei suoi risultati.

In merito al processo di crime proofing della legislazione:

Il processo di crime proofing un approccio scientifico utilizzato per valutare limpatto della legislazione sulla criminalit, di cui un elemento chiave rappresentato dalla Valutazione del Rischio Criminale.

La Valutazione del Rischio di Criminalit comprende tre fasi:

- Lo Screening Iniziale basato su una checklist di 7 indicatori di rischio che identificano la legislazione che richiede unulteriore valutazione.

- La Valutazione del Rischio di Criminalit Preliminare identifica i rischi di criminalit creati involontariamente dalla legislazione, e si focalizza sulla vulnerabilit del mercato e sui possibili rischi derivanti da opzioni specifiche.

- La Valutazione del Rischio di Criminalit Estesa fornisce una valutazione analitica basata su un insieme di indicatori che valutano limpatto probabile delle possibili opzioni politiche sui crimini, i perpetratori, le vittime ed i costi sociali.


Dettagli di contatto per i media:
Transcrime, Centro Inter-universitario di Ricerca sulla
Criminalit Transnazionale
Tel. +390272343715-3716
E: transcrime@unicatt.it per maggiori informazioni:


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
TAG
non ci sono tag per questa notizia
tutte le notizie di Aziende Informano
commenta commenta 0    invia    stampa