Cassazione: 'Andrea' nome bipartisan, va bene anche per le donne

ultimo aggiornamento: 20 novembre, ore 15:13

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 20 nov. (Adnkronos) - 'Andrea' e' un nome bipartisan, per cui si puo' tranquillamente dare sia ad un maschio che ad una femmina, senza timore che ingeneri confusione tra i sessi. Il via libera arriva dalla Cassazione che ha dato ragione ad una coppia 40enne di Pistoia che si e' battuta sino in Cassazione per vedere riconoscere il nome 'Andrea' alla figlia. Secondo la Prima sezione civile, "il nome Andrea, anche per la sua peculiarita' lessicale, non puo' definirsi ne' ridicolo ne' vergognoso se attribuito ad una persona di sesso femminile, ne' potenzialmente produttivo di un'ambiguita' nel riconoscimento del genere della persona cui e' stato imposto, non essendo piu' riconducibile, in un contesto culturale ormai non piu' rigidamente nazionalistico, esclusivamente al genere maschile".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Cronaca
commenta commenta 0    invia    stampa