Cosenza: madre bambino ucciso disperata, voglio andare via da Cassano

ultimo aggiornamento: 21 gennaio, ore 18:02

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Cosenza, 21 gen. (Adnkronos) - La mamma e il padre del piccolo Coc, il bambino di tre anni ucciso e bruciato a Cassano, sono disperati. Entrambi si trovano detenuti per reati di droga nel carcere di Castrovillari. Coc era stato affidato al nonno Giuseppe Iannicelli, anche lui ucciso barbaramente, cos come la sua compagna marocchina. A descrivere le strazianti scene all'interno del carcere Franco Corbelli, il leader del movimento Diritti Civili che si era battuto per fare scarcerare Antonia Iannicelli. C'era riuscito nel dicembre 2012 dopo avere denunciato che il figlioletto, all'epoca di poco pi di un anno, era praticamente detenuto insieme a lei ed era costretto a seguirla persino nella cella del tribunale durante le udienze del processo.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
TAG
Cosenza
tutte le notizie di Cronaca
commenta commenta 0    invia    stampa