Crisi: poliziotto ferito a Torino, io aggredito con mazza baseball, 3 minuti d'inferno

ultimo aggiornamento: 14 novembre, ore 21:43

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 14 nov. (Adnkronos) - ''Mi hanno aggredito a colpi di mazza da baseball, ancora sento i colpi. Erano una trentina di manifestanti dei centri sociali, mi hanno colpito anche con un bastone. E poi calci, pietre e sputi. Sono stati tre-quattro minuti di inferno''. Lo dice all'Adnkronos Massimo C., assistente Polizia Stato in servizio presso il commissariato torinese di Barriera Nizza. Ha riportato ferite al volto e varie contusioni all'avambraccio. Ricoverato all'ospedale Mauriziano, dove e' stato medicato, e' stato poi portato al Cto di Torino, con tre giorni di prognosi. A salvarlo, e' stato l'ubot, il casco in dotazione alle forze dell'ordine, spaccato a colpi di mazza da baseball.

"Fortunatamente -racconta il poliziotto, originario della provincia di Messina- c'era un collega della Digos che mi ha preso con il braccio e mi ha portato all'interno della sede della Provincia". "Non ci sono parole per questa violenza -spiega- noi poliziotti abbiamo solo fatto il nostro dovere. Come sempre. Sono stati loro ad avventarsi contro di noi. Noi stavamo presidiando la sede della Provincia''.

Massimo ora tira il fiato: ''Sono a casa, con mio figlio di 4 anni. Quando sono entrato, l'ho guardato negli occhi. Mi ha chiesto 'Papino, cosa e' successo?'. 'Sono caduto', gli ho risposto…''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
TAG
Crisi
tutte le notizie di Cronaca
commenta commenta 0    invia    stampa