Faida di Scampia, preso il boss della droga Leonardi. Era ricercato dall'estate scorsa

ultimo aggiornamento: 27 dicembre, ore 21:42
Napoli -. (Adnkronos/Ign) - L'uomo, 52 anni, il capo della cosca dei 'girati'. E' stato catturato in un'abitazione vicino alla Stazione centrale di Napoli dove si nascondeva. Verr condotto a Poggioreale


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Napoli, 27 dic. (Adnkronos/Ign) - In manette il capo della cosca dei 'girati', protagonista della guerra con gli 'scissionisti' a Scampia. Antonio Leonardi, 52 anni, si nascondeva in un appartamento situato in un'abitazione alle spalle di un grande albergo vicino alla Stazione centrale di Napoli. Qui stato catturato, in serata, dagli agenti della squadra mobile del commissariato Vicaria senza opporre resistenza: il boss si lasciato ammanettare senza reagire.

Leonardi, appartenente al clan Di Lauro, viene ritenuto dagli inquirenti il responsabile del narcotraffico nella zona di Secondigliano controllata dal clan dei 'girati' che si contrappone al gruppo scissionista Abete-Abbinante. Era ricercato dall'estate scorsa in base ad un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale di Napoli, su richiesta della Dda. Ora, Leonardi, accusato di associazione mafiosa e traffico di droga, verr trasferito nel carcere di Poggioreale.

Da oltre un anno in atto una faida a Scampia che ha gi provocato una quindicina di morti e decine di agguati e attentati. Tra le vittime anche un innocente Pasquale Romano, 31 anni, ucciso per errore dai sicari che avevano nel loro mirino un altro uomo invece sfuggito alla morte.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Cronaca
commenta commenta 0    invia    stampa