Garibaldi eroe al top per le vie intitolate. New entries gli attori, poche le donne

ultimo aggiornamento: 21 aprile, ore 15:14
Roma - (Adnkronos) - Le intitolazioni di piazze e strade negli oltre 8mila Comuni italiani parlano soprattutto del Risorgimento e dei grandi della cultura italiana. Ma crescono cantautori, fumettisti e attori. 'Roma' il nome pi presente: 7.870 volte. E bisogna scendere al 57esimo posto per trovare un personaggio femminile: Santa Maria


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 21 apr. (Adnkronos) - Da Garibaldi a Mazzini, da Dante a Verdi. Le intitolazioni di piazze e strade negli oltre 8mila Comuni italiani parlano soprattutto del Risorgimento e dei grandi della cultura italiana, ma campeggiano sempre di pi sulle targhe 'new entries' al passo con i tempi come cantautori, fumettisti e attori. Ancora troppo assenti, invece, le donne.

"Il Risorgimento, la storia moderna, le vittime della mafia, le sciagure naturali e i grandi personaggi: quella di oggi un'odonimia, ossia un insieme di nomi delle strade e delle piazze, molto celebrativa - spiega all'Adnkronos Enzo Caffarelli, direttore della Rivista italiana di onomastica - al contrario di quanto non fosse in passato, prima del Risorgimento e addirittura nel Medioevo".

Sul podio dei nomi pi diffusi c' quello della Capitale. Infatti, dall'elaborazione fatta dalla Rivista italiana di onomastica sui dati Seat/Pagine Gialle, risulta che Roma l'intitolazione in pole position, conteggiata ben 7.870 volte.

Il personaggio pi ricordato invece Giuseppe Garibaldi: l'eroe dei due mondi presente in 5.472 comuni, seguito da Guglielmo Marconi (4.842) e Giuseppe Mazzini (3.994). Molto amato anche Dante Alighieri, ricordato in 3.793 comuni.

Tra i politici i pi citati sulle strade ci sono anche Cavour (3.334 casi) e Aldo Moro (2.628), mentre tra le vittime del terrorismo e delle guerre i pi ricordati sono Giacomo Matteotti (3.292) e Cesare Battisti (2.657).

Primo tra i musicisti Giuseppe Verdi, nella top ten generale con oltre 3mila intitolazioni, e ben pi in alto rispetto a Gioacchino Rossini, Giacomo Puccini e Vincenzo Bellini, rispettivamente al 45esimo, 48esimo e 53esimo posto. Meno presenti pittori e scultori, tra i quali hanno comunque la meglio Michelangelo e Raffaello.

Se tra gli uomini di chiesa il pi ricordato tra le strade Papa Giovanni XXIII, tra gli stranieri primeggia Kennedy.

"Le strade - sottolinea Caffarelli - sono il riflesso della storia, della cultura di tutta l'Italia, ma anche dei singoli quartieri e paesi. Si pu dire di una strada: 'Dimmi come ti chiami e ti dir perch' nel senso che importantissimo quando e perch una strada stata intitolata in un modo. Nel Medioevo le strade prendevano il nome in base a ci che erano, ad esempio, la strada degli orafi perch vi erano gli orafi, la strada dei fabbri...e cos via. Invece in quella di oggi, un'odonimia commemorativa, importante capire il perch una strada viene chiamata in un certo modo, le motivazioni, l'influenza della politica e quanto il popolo ha potuto dire la propria opinione in merito".

Senza dubbio il passare del tempo si riflette anche nelle vie e nelle piazze. "Ai grandi gruppi tematici, quelli dedicati agli scienziati, ai poeti, ai musicisti - osserva Caffarelli - si stanno aggiungendo categorie che fino a qualche tempo fa erano impensabili, come i cantautori, gli attori, le attrici del cinema, i fumettisti, i fotografi. Da questo punto di vista c' dunque un arricchimento, mentre una sottorappresentazione c' senza dubbio rispetto alle donne".

Basti pensare che in una classifica delle 100 intitolazioni pi frequenti bisogna scendere al 57esimo posto per trovare un personaggio femminile: Santa Maria. E non solo le strade sono poco 'rosa', ma quelle dedicate alle donne ricordano soprattutto sante, beate e benefattrici.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Cronaca
commenta commenta 0    invia    stampa