Napolitano: ''Gesto di straordinario coraggio''. Ratzinger gli confid l'intenzione di lasciare

ultimo aggiornamento: 11 febbraio, ore 17:44
Milano - (Adnkronos) - Fonti vaticane sottolineano all'Adnkronos che nel corso del recente concerto per l'anniversario dei Patti Lateranensi il Papa anticip al presidente della Repubblica la sua decisione. Monti: ''Sono molto scosso, profondo rispetto per una scelta grande e inattesa''


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 11 feb. (Adnkronos) - Un "gesto di grande coraggio e di straordinario senso di responsabilit. Da parte mia c' grande rispetto per questo gesto di grande generosit". Cos il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha commentato la decisione di Benedetto XVI di dimettersi.

Il capo dello Stato ha aggiunto di aver potuto constatare nel colloquio di qualche giorno fa con il Papa quanto il Pontefice fosse "provato". Fonti vaticane sottolineano all'Adnkronos che nel corso del recente concerto nella Sala Nervi per celebrare l'84esimo anniversario dei Patti Lateranensi, Benedetto XVI avrebbe confidato a Napolitano l'intenzione di dimettersi. In quell'occasione, il capo dello Stato aveva indirizzato a Benedetto XVI un commosso saluto.

Il presidente della Repubblica ha voluto sottolineare oggi quanto sia oneroso "tenere sulle proprie spalle un mandato cos straordinariamente impegnativo come quello di Pontefice della Chiesa Cattolica", dovendo anche "fare i conti con il prolungarsi della vita, non sempre in condizioni altrettanto sostenibili".

Il premier Mario Monti si detto ''molto scosso da questa notizia''. ''Ho profondo rispetto per la decisione di papa Benedetto XVI, cos grande e inattesa - ha sottolineato -. Sono certo che essa stata ispirata dalla volont di servire la Chiesa fino in fondo e di far s che anche per il futuro essa possa avere una guida salda". "Serber il ricordo commosso del dialogo stretto e personale con il quale il Santo Padre ha voluto accompagnare il mio impegno di governo - ha proseguito - Gli sono oggi vicino e confido con umilt di poter continuare anche in seguito un rapporto che mi ha arricchito sul piano intellettuale e morale".

Silvio Berlusconi parla di ''un gesto di grande responsabilit, che risponde a una finalit nobile e alta e che riguarda il governo della Chiesa Universale". "Benedetto XVI - ha ricordato il Cavaliere - aveva detto che se un Papa dovesse capire di non essere spiritualmente, intellettualmente e fisicamente pi adeguato, avrebbe il diritto e il dovere di dimettersi. In coerenza con questo assunto il Papa, che non sente pi adeguate le proprie forze fisiche, si dimette per garantire alla Chiesa Universale un governo saldo e forte come il momento esige''.

Per Pier Luigi Bersani la decisione del Papa " una notizia di portata storica, ha precedenti solo in secoli fa, ed storica due volte: una decisione rarissima e secondo me, siccome questo Papa non prende decisioni per debolezza ed un grande teologo, mi sembra un gesto di impostazione, di novit per il futuro".

Il leader di Sel, Nichi Vendola, ha commentato: "Qualunque cittadino del mondo non pu non esprimere grande turbamento e rispetto verso la scelta del Santo Padre che ci d ulteriore segno dello sconvolgimento generale di cui siamo attualmente testimoni storici".

''E' un momento storico per tutti, ma per i credenti in particolare - ha sottolineato Pier Ferdinando Casini -. E' un momento di raccoglimento, un momento di preghiera, noi ci sentiamo profondamente vicini a questa grande Chiesa cattolica che una risorsa per l'umanit e per l'Italia". "E sentiamo tutto l'affetto, l'amore, verso il Santo Padre: un uomo straordinario che ha dato una testimonianza a tutti noi su cui le parole servono a poco'', ha detto il leader centrista.

La notizia delle dimissioni del Papa rimbalzata in tutto il mondo. "Un pontificato breve ma molto difficile", ha scritto su twitter il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy rendendo omaggio a Benedetto XVI. La decisione del Papa, secondo Van Rompuy merita “profondo rispetto, tanto pi in quanto non in linea con la tradizione".

Il presidente dell'Europarlamento, il tedesco Martin Schulz, ha espresso "rispetto" per la decisione di Papa Benedetto XVI, che ha dato "speranza" ai suoi fedeli.

Per Angela Merkel "Benedetto XVI ha preso la sua decisione" avendo a mente "il bene della sua Chiesa e delle persone che ne fanno parte". La cancelliera ha poi avuto parole di elogio nei confronti del Papa per aver favorito il dialogo interconfessionale.

Il presidente francese Francois Hollande ha dichiarato: ''Non ho commenti particolari da fare su questa decisione, che eminentemente rispettabile''. ''E' una decisione legata a una volont che deve essere rispettata'', ha aggiunto.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Cronaca
commenta commenta 0    invia    stampa