'Ndrangheta, maxi operazione in Calabria In manette anche il sindaco di Scalea

ultimo aggiornamento: 12 luglio, ore 14:19
Cosenza - (Adnkronos/Ign) - L'operazione, eseguita nelle province di Cosenza, Bari, Matera, Terni e Salerno, ha portato all'arresto di 38 persone, tra cui cinque assessori


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Cosenza, 12 lug. (Adnkronos/Ign) - Il sindaco di Scalea, Pasquale Basile, e cinque assessori della sua giunta sono finiti in manette nell'operazione 'Plinius', condotta dai Carabinieri del Comando provinciale di Cosenza al termine di un'indagine della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro. L'attuale maggioranza era stata eletta nel 2010 con una lista civica.

Secondo quanto emerso dalle indagini, iniziate nel 2010, l'amministrazione comunale avrebbe favorito il gruppo criminale Stummo-Valente, prima in lotta tra loro e poi fautori di un accordo per la spartizione degli interessi a Scalea. Secondo gli investigatori, il gruppo criminale sarebbe riuscito a fare eleggere in consiglio comunale soggetti direttamente riconducibili a loro e a trarre notevoli benefici. Tra gli interessi conseguiti c' l'appalto dei rifiuti. Nel corso dell'operazione sono stati sequestrati beni del valore di 60 milioni di euro.

L'operazione, eseguita nelle province di Cosenza, Bari, Matera, Terni e Salerno, ha portato in tutto all'arresto di 38 persone colpite da un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip su richiesta della Dda di Catanzaro. Gli indagati devono rispondere di associazione per delinquere di tipo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, sequestro di persona, detenzione e porto di armi comuni da guerra, estorsione, rapina, corruzione, turbativa d'asta, turbata libert del procedimento amministrativo, falso, istigazione alla corruzione e minaccia, tutti aggravati dal metodo mafioso.

Per il procuratore aggiunto di Catanzaro Giuseppe Borrelli, "il problema del voto di scambio questa volta secondario, noi abbiamo accertato che il comune di Scalea stato di fatto amministrato da due 'ndrine rispetto alle quali la lista civica era solo un mezzo per presentarsi alla competizione elettorale. Non c' politica ma l'amministrazione affidata direttamente alle cosche".

Il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha nominato, su proposta del Prefetto di Cosenza, Raffaele Cannizzaro, la commissione straordinaria al comune di Scalea.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Cronaca
commenta commenta 0    invia    stampa