Archeologia: in mostra in Museo Comunale di Ustica reperti Media Eta' del Bronzo

ultimo aggiornamento: 11 settembre, ore 16:24
commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Palermo, 11 set. - (Adnkronos) - Sara' presentata domani, alle 12, un'anteprima del Museo archeologico comunale di Ustica, intitolato a padre Carmelo Seminara da Ganci, parroco di Ustica per cinquant'anni, che dell'archeologia dell'isola fu il primo scopritore e sostenitore. All'apertura del Museo, cui presenziera' l'assessore regionale dei Beni culturali e dell'Identita' siciliana, Gaetano Armao, saranno presenti il sindaco di Ustica, Aldo Messina, il presidente e il segretario del Centro Studi e Documentazione Isola di Ustica, Franco Foresta Martin e Vito Ailara. L'esposizione, curata da Francesca Spatafora, responsabile delle ricerche archeologiche usticesi, comprende, al momento, una selezione di reperti risalenti alla Media Eta' del Bronzo (1400-1200 a.C.).

I pezzi sono stati rinvenuti nel corso delle ricerche al villaggio preistorico dei Faraglioni, avviate dalla Soprintendenza di Palermo fin dal 1974 e riprese, dalla stessa Soprintendenza, a partire dal 2003. Si tratta, soprattutto, di suppellettili domestiche destinate alla conservazione delle derrate, alla preparazione, cottura e consumo degli alimenti. Vi sono anche reperti connessi alla produzione metallurgica, utensili d'ossidiana, monili e oggetti di materiale vario (pietra, bronzo, terracotta), raccolti sui piani d'uso delle capanne preistoriche e li' lasciati a causa dell'abbandono improvviso del villaggio avvenuto, nel XII secolo a.C., per calamita' naturali.

pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Cultura
commenta commenta 0    invia    stampa