La mostra dal 16 dicembre al 16 gennaio al Museo di Via Nizza

La cultura in barattolo. Benedetto Marcucci porta al Macro 'Treccani sottolio'

ultimo aggiornamento: 14 dicembre, ore 19:26
Roma - (Adnkronos) - L'artista 43enne romano, allievo e assistente di Mario Schifano, realizza il progetto pensato negli anni '90. Il simbolismo dell'installazione: l'Enciclopedia Italiana non va dimenticata ma conservata


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 14 dic. (Adnkronos) - Vent'anni fa, quando cominciarono a diffondersi i supporti digitali Benedetto Marcucci fece il suo primo 'libro sottolio'. I libri scelti, tranne rare eccezioni, erano sempre classici: romanzi, saggi o manuali che hanno segnato la cultura occidentale. Vedendo un sottolio non si capisce se abbia un significato negativo o positivo: questa ambiguit volutamente irrisolta. Oggi l'artista 43enne romano, che stato allievo e assistente di Mario Schifano, realizza e presenta al Macro, il Museo d'Arte Contemporanea di Roma, un progetto pensato negli anni Novanta ma mai realizzato: la "Treccani sottolio", che rimarr esposta nel Museo di Via Nizza dal 16 dicembre al 16 gennaio.

L'Enciclopedia Italiana, probabilmente l'impresa scientifica pi imponente di tutta la storia culturale nazionale, nell'epoca di Wikipedia, vive evidentemente un momento critico. Non per questo, secondo Marcucci, deve esser dimenticata in qualche cantina o lasciata morire in uno scaffale: al contrario deve essere conservata. In questo rapporto tra elevazione a reliquia e inattualit, ma anche nella paradossale impossibilit di essere letta, sta la filosofia dell'installazione.

Scrive l'assessore alla Cultura di Roma Capitale, Umberto Croppi nel catalogo: ''Potremmo dedicare questa installazione, quest'opera, quest'evento a Salvatore Settis e a tutti quelli che considerano ogni forma d'uso, di contatto, di godimento, perfino ogni sguardo un affronto alla sacralit dell'oggetto. Non un'azione esemplare, una provocazione intellettuale. Non nemmeno un gesto d'artista, Marcucci non arriva a prendersi cos sul serio, tanto che il suo lavoro principale continua ad essere un altro. Proprio per tutto questo la sua opera aspira a essere qualcosa di pi: un'opera d'arte''. Il progetto ''Treccani Sottolio'' promosso da Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione - Sovraintendenza ai Beni Culturali.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Cultura
commenta commenta 0    invia    stampa