Un portavoce dell'azienda: "Gli utenti devono stare attenti a chi incontrano e prendere precuazioni"

Gb, i medici lanciano l'allarme: "Con Facebook quadruplicati i casi di sifilide"

ultimo aggiornamento: 24 marzo, ore 15:52
Roma - (Ign) - Il responsabile dell'Nhs inglese avverte: "Con i social network le persone hanno molte pi possibilit e occasioni di conoscersi e incontrarsi per fare sesso occasionale". Gran Bretagna, cameriera licenziata via Facebook: "Da domani non venire pi". Rivoluzione sul web, storico sorpasso di Facebook: in Usa pi visto di Google
commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 24 mar. (Ign) - Che i social network contribuiscano alla diffusione dei virus una cosa prevedibile e ben nota. Questa volta per a lanciare l'allarme non sono esperti informatici ma i medici inglesi. Gi perch in pericolo ora non sono i dati contenuti negli hard disk ma la nostra salute. I camici bianchi inglesi infatti hanno trovato un collegamento fra il crescente utilizzo di Facebook e una preoccupante impennata dei casi di sifilide, aumentati di quattro volte nel Sunderland, Durham e Teesside, dove i social network sono molto popolari, specie fra i pi giovani.

Grazie a Facebook insomma, le persone hanno molte pi possibilit e occasioni di conoscersi e incontrarsi per fare sesso occasionale.

Ad accorgersi di questa tendenza preoccupante stato il responsabile dell'Nhs di Teesside, Peter Kelly: ''La sifilide una malattia devastante. Chiunque ha rapporti sessuali non protetti con partner occasionali ad alto rischio. I casi che ci troviamo a trattare sono quadruplicati e il virus colpisce in particolare le donne giovani". L'esperto punta il dito contro i social network: "Ho notato che molti dei pazienti avevano incontrato partner occasionali attraverso internet".

Solo nel Teesside l'anno scorso si sono registrati 30 casi di sifilide ma ora i medici si aspettano una forte impennata, anche perch la ricerca ha dimostrato che i giovani a Sunderland, Durham e Teesside hanno il 25 per cento di probabilita' in piu' di accedere ai siti di social network rispetto al resto della popolazione in Gran Bretagna.

Quanto al pi noto dei social network, un portavoce dell'azienda ha commentato l'allarme affermando che gli utenti dovrebbero prendere "precauzioni" e stare attenti quando incontrano qualcuno, specie se conosciuto online.

pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di CyberNews
commenta commenta 0    invia    stampa