Nuovo blocco sul Web

I siti del ministero Interno, Difesa e carabinieri sotto attacco Anonymous

ultimo aggiornamento: 03 aprile, ore 19:59
Roma - (Adnkronos) - La rivendicazione degli hacker per le cariche contro gli operai dell'Alcoa e il caso della caserma Diaz al G8 di Genova. E agli agenti "infiltrati": "Abbandonate i nostri server"


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 3 apr. (Adnkronos) - Attacco ai siti di Difesa, Interno e carabinieri. L'annuncio di Anonymous Italia, sul suo blog italiano. Al momento risultano inaccessibili i siti di carabinieri e Viminale, mentre il sito del ministero della Difesa invece accessibile. Le motivazioni degli attacchi sono differenti: ai carabinieri si contestano le cariche contro gli operai dell'Alcoa che protestavano.

Un'altra la motivazione dell'attacco all'Interno: "Il 13 aprile, nelle sale cinematografiche, uscir il film "Diaz": il ministero dell'Interno, tramite una circolare, ha vietato alle forze di polizia di parlarne e di esprimersi in merito. Ci si configura come un becero e antidemocratico tentativo di imbavagliare chi volesse offrire la propria testimonianza in merito agli orrori che quel torrido luglio ospit".

Non invece espressamente citato il ministero della Difesa nella terza motivazione che appare sul sito: "siamo consapevoli anche degli infiltrati che quotidianamente ci fanno visita nei nostri chan; sarebbero i benvenuti, se solo manifestassero un chiaro e cristallino comportamento. In realt trascorriamo con loro interminabili momenti di ilarit di cui loro, molto probabilmente, non sanno di essere protagonisti. Vogliamo inoltre invitarvi ad abbandonare i nostri server quali agenti infiltrati, fatevi pure avanti, non abbiamo nulla da nascondere. Fin tanto che questo comportamento si perpetuer -conclude la rivendicazione-, i nostri attacchi diverranno ciclici".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di CyberNews
commenta commenta 0    invia    stampa