Sicurezza: Panda Security evidenzia una vasta rete di vendita di dati bancari rubati 

ultimo aggiornamento: 22 gennaio, ore 18:36

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Milano, 22 gen. - (Ign) - I laboratori di Panda Security hanno pubblicato un’indagine sull’attuale situazione del mercato nero dei cybercriminali. I risultati mostrano l’esistenza di una fitta rete di esperti nella vendita di credenziali bancarie rubate e di altri prodotti attraverso forum e oltre cinquanta negozi online dedicati. Si tratta di un’industria in rapida crescita e i delinquenti stanno unendo sempre di pi le loro forze per rubare informazioni finanziarie a scopo commerciale.

Dopo essersi finti cybercriminali per potersi infiltrare nella rete, gli esperti dei laboratori di Panda Security hanno fatto scoperte allarmanti. Il mercato nero del cyber crimine, che inizialmente si focalizzava sulla diffusione di numeri di carte di credito e di credenziali di accesso a servizi bancari online, rubati a utenti di tutto il mondo, nel 2010 ha diversificato il proprio modello d’affari offendo una vasta gamma di prodotti e servizi come password, finte carte di credito e molto altro. Nonostante queste informazioni siano facilmente reperibili, i laboratori di Panda Security hanno scoperto che possono essere ottenute solo contattando direttamente gli hacker che ne promuovono la vendita su forum e chat.

Per avere accesso ai dati confidenziali, i criminali riescono facilmente a rubare l’account di un conto o di una carta di credito senza essere scoperti. Il cosiddetto mercato nero del cybercrimine sfrutta le necessit degli acquirenti e funziona come un mercato tradizionale. Anche in questo tipo di commercio la concorrenza spietata e la legge della domanda e dell’offerta obbliga i cybercriminali ad adeguare i prezzi e offrire sconti in base al volume d’acquisto. Molti offrono una prova d’accesso gratuita a conti correnti bancari o carte di credito rubate insieme alla formula 'soddisfatti o rimborsati'. Se il cliente non dovesse essere contento dell’acquisto il denaro speso gli verr restituito e, se qualcosa non dovesse funzionare nei dati forniti, il 'rivenditore' provveder a sostituirli. Per ulteriori informazioni www.pandalabs.com


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di CyberNews
commenta commenta 0    invia    stampa