Intervento di apertura all'European Banking Congress

Draghi: ''Aumentati i rischi nell'Eurozona''

ultimo aggiornamento: 18 novembre, ore 18:02
Francoforte - (Adnkronos) - Il presidente della Bce ai politici: ''Attuare decisioni su fondo salva-Stati''. Il Ftse Mib guadagna l'1,38%. Dopo una fiammata a 509 punti, il differenziale Btp-Bund a 466 punti. Nuovo 'sorpasso' dello spread dei Bonos spagnoli. E i problemi si allargano alla Francia. Mussari (Abi): ''Da mercati primi lievi segni di ripresa''. Corsa all'oro delle banche centrali Brics: acquisti record di ultimi 40 anni


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Francoforte, 18 nov. (Adnkronos) - ''Nell'Eurozona sono aumentati i rischi al ribasso con una attivit pi debole che rende moderate le pressione sui prezzi, costi e salari. E' per questo che il 3 novembre la BCE ha deciso di ridurre i suoi tassi di interesse di 25 punti base, agendo in piena conformit al suo mandato di mantenere la stabilit dei prezzi nel medio termine''. Lo ha affermato il presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi nell'intervento di apertura all'European Banking Congress. Draghi ha sottolineato come "nella maggior parte delle economie avanzate si prevede un Pil pi debole" per via dell'andamento "dei vari componenti della domanda aggregata".

Il presidente della Bce ha chiesto dove fosse ''l'attuazione delle decisioni di ampio respiro'' fatte dai politici europei per rispondere alla crisi e ha sottolineato come ''per il futuro all'unione serva una governance economica molto pi forte''. In particolare, ha aggiunto, '' urgente attuare le decisioni del Consiglio europeo e dei summit'' Ue, visto che ''passato un anno e mezzo dal vertice che ha lanciato l'Efsf, quattro mesi da quello che ha messo a disposizione tutte le garanzie'' per il fondo salva-Stati e ''quattro settimane dal summit che ha aumentato di quattro volte le sue risorse''.

''Siamo consapevoli delle attuali difficolt per le banche - ha poi affermato - provocate dalle tensioni sui titoli di Stato, dall'accesso pi difficile ai finanziamenti dei mercati e alla carenza di garanzie''. Draghi ha evidenziato anche ''le sfide di alzare i livelli del capitale e i rischi ciclici legati al rallentamento dell'economia''. ''Finora - ha aggiunto - la Bce ha adottato diverse misure non convenzionali'' per garantire che il finanziamento a breve termine non rappresenti un problema per le banche dell'eurozona, come le aste di liquidit illimitata e le operazioni di rifinanziamento a pi lungo termine, oltre a tre operazioni supplementari in dollari e al lancio di un secondo programmi di acquisti di covered bond''.

Ma - ha precisato il neo-presidente della Bce - la politica monetaria ''nella situazione attuale'' deve basarsi ''su tre principi: continuit, consistenza e credibilit''. In particolare, su quest'ultimo punto Draghi ha evidenziaro come ''acquistare credibilit sia un processo lungo e faticoso, ma mantenerla una sfida continua, mentre perderla pu essere molto veloce, e la storia ci insegna che riconquistarla ha un pesante costo sociale ed economico''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
TAG
draghi-bce
tutte le notizie di Economia
commenta commenta 0    invia    stampa