Expo 2015, Diana Bracco: "D'accordo con Renzi, diventi fiore all'occhiello"

Diana Bracco (Adnkronos)  Diana Bracco (Adnkronos)
ultimo aggiornamento: 13 maggio, ore 20:02
Roma - (Adnkronos) - Il presidente dell'esposizione ospite di 'Porta a Porta': "Il Padiglione Italia sta marciando secondo un cronoprogramma preciso. Se oggi si va sul cantiere si vede come le cose stiano andando avanti". E sui controlli: "Quelli attivi sono tanti"


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 13 mag. (Adnkronos) - Oggi il premier Matteo Renzi "ha invocato l'unit italiana e ci ha chiamato a raccolta chiedendo ai presenti e al sistema delle imprese un forte commitment per portare avanti il progetto, un progetto che deve diventare fiore all'occhiello" del Paese. Cos il presidente di Expo 2015 Diana Bracco intervenendo a 'Porta a porta'.

Renzi ha parlato di "un'Italia orgogliosa del suo passato -ha sottolineato il commissario unico del Padiglione Italia- e orgoglioso del suo futuro, mi piaciuto moltissimo quindi andremo avanti cos".

CONTROLLI SU EXPO 2015 - "I meccanismi di controllo attivi sono tanti". "Ma come fai -ha sottolineato Bracco- ad andare contro cose che sono poi cos fantasiose: questo che per avere avanzamenti in carriera si avvale di gente che millantava la possibilit di darglieli e allora si inserisce sugli appalti. Mi sembra un mondo cos lontano dalle imprese che io rappresento, che si sono strette intorno a Expo, che hanno lavorato con Expo, che sono gi presenti e che sarebbero deluse ed estremamente danneggiate se questo tema dovesse ritardare o vanificare questo progetto". "Sono mondi diversi" ha insistito il commissario unico del Padiglione Italia.

Bracco ha dunque spiegato come la struttura di una Spa pubblica sia "particolarmente complessa". Il presidente di Expo 2015 ha quindi ricordato che "il consiglio di amministrazione di Expo Spa si riunito negli ultimi anni anche con cadenza settimanale, vi inoltre un collegio sindacale di altissimi nomi che fa la sua attivit di controllo sindacale, poi c' un organismo di vigilanza una delle ultime strutture introdotte nelle imprese che fa tutto un suo lavoro supportato da una societ esterna di revisione".

PADIGLIONE ITALIA - "Se oggi si va sul cantiere si vede come le cose stiano andando avanti. Il Padiglione Italia sta marciando secondo un cronoprogramma preciso" , precisa Bracco.

"Se riusciamo a portare un bel padiglione che rappresenti un'identit italiana condivisa da tutti -ha sottolineato Bracco- allora tutta Expo far quadrato intorno a questo". Bracco ha osservato che "forse qualcosa da ridurre ci sar ma non mi sembra sia un problema molto grave perch questa Expo estremamente ricca, ci sar una grande offerta e sar molto attrattiva. Ritengo che se anche venissero limati degli investimenti questo non comporter un ridimensionamento complessivo".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Economia
commenta commenta 0    invia    stampa