Inflazione, a ottobre frena ancora: -0,3% su mese

ultimo aggiornamento: 31 ottobre, ore 11:36
Roma - (Adnkronos/Ign) - E' quanto emerge dalle stime preliminari Istat. Il rallentamento in gran parte imputabile a beni energetici e alimentari freschi. Eurostat: a ottobre tasso annuo in calo allo 0,7% nell'eurozona


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 31 ott. (Adnkronos/Ign) - A ottobre 2013 si conferma la frenata dell'inflazione con l'indice nazionale dei prezzi al consumo che - secondo le stime preliminari dell'Istat - registra una diminuzione dello 0,3% sul mese precedente mentre scende allo 0,7% la crescita su base annua, in rallentamento rispetto alla dinamica rilevata a settembre (+0,9%).

Il rallentamento dell'inflazione - spiega l'Istat - in gran parte imputabile alle componenti pi volatili, come i beni energetici e gli alimentari freschi: escludendo questi, la crescita tendenziale dell'indice dei prezzi al consumo (la cosiddetta inflazione di fondo) resta stazionaria all'1,2%. Su base annua l'Istat registra significativi rallentamenti per Beni energetici (-1,3%), Alimentari non lavorati (-0,8%), Servizi relativi alle comunicazioni (-4,4%).

Nell'eurozona, stando a quanto emerge dalla stima flash dell'Eurostat, il tasso annuo di inflazione a ottobre stimato allo 0,7%, in calo rispetto all'1,1% di settembre. Fra i comparti cibo, alcol e tabacchi dovrebbero registrare il tasso annuo pi elevato, all'1,9% rispetto al 2,6% di settembre, seguiti dai servizi (1,2% in calo dall'1,4% del mese precedente), i beni industriali (stabile allo 0,4%) e l'energia (-1,7% rispetto al -0,9% di settembre).


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Economia
commenta commenta 0    invia    stampa