Monti: ''Il posto fisso monotono e l'articolo 18 pu essere pericoloso''

ultimo aggiornamento: 02 febbraio, ore 12:13
Roma - (Adnkronos) - Sul mercato del lavoro Monti a Matrix: "Ridurre il terribile apartheid tra chi dentro e chi fuori". Mentre a proposito dello spread il premier al Tg5 dice che "l'obiettivo non ancora raggiunto" ma "siamo scesi di 200 punti rispetto a novembre". Poi sulla sua esperienza politica alla guida dell'esecutivo ribadisce: "Nel 2013 per me sar parentesi chiusa". Parlando degli ultimi incontri con la Merkel: "Dialogo con lei sui contenuti". Vertice Confindustria - sindacati, Marcegaglia: "Un primo confronto utile". Disoccupazione, Fornero: "E' la mia preoccupazione principale"


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 1 feb. (Adnkronos) - L'obiettivo di una discesa dello spread "non ancora raggiunto, deve scendere ancora e scender", ma "la tendenza decrescente, siamo scesi di 200 punti rispetto a novembre". Si dice fiducioso il premier Mario Monti al Tg5 sulle prospettive economiche dell'Italia, mentre a proposito della sua esperienza politica alla guida dell'esecutivo ribadisce: "Non so nel marzo 2013, o quando sar, che ricordo avr - spiega -. Ma so che sar una parentesi chiusa e che il ricordo sar positivo se l'Italia sar in una posizione migliore rispetto a oggi. Penso che ce la faremo".

Tocca poi il tema del lavoro, sostenendo che “l’articolo 18 non un tab. Pu essere pernicioso per lo sviluppo dell’Italia e il futuro dei giovani in un certo contesto, ma pu essere abbastanza accettabile in un altro contesto”. Mario Monti sottolinea la necessit di procedere “a una modifica del sistema di flessibilit in entrata e in uscita”. Per Monti essenziale una “riforma degli ammortizzatori che tuteli il singolo lavoratore quando deve cambiare lavoro, senza legare la tutela del lavoratore a un posto di lavoro che diventa obsoleto”. La finalit principale della riforma del mercato del lavoro, per Monti, " quella di ridurre il terribile apartheid che esiste tra chi per caso o per et gi dentro e chi fa fatica ad entrare. Bisogna ridurre questo divario".

E a Matrix, parlando della riforma, dice: "I giovani devono abituarsi al fatto che non avranno un posto fisso per tutta la vita. Tra l'altro, che monotonia il posto fisso. E' meglio cambiare ma bisogna accettare le sfide".

''Trovo che l'appoggio di Berlusconi sia naturalmente fondamentale per il governo ed particolarmente significativo visto che viene dall'ex presidente del Consiglio''. Un appoggio, evidenzia, che ''d anche intenzionalmente il senso della continuit''. ''Trovo che i malumori siano normali in quella parte politica che non pi al Governo'', osserva Monti, rispondendo poi a una domanda sui malesseri, manifestati da una parte del Pdl per l'appoggio al Governo.

D'altra parte, precisa, ''non mi aspetto appoggio se faremo cose sbagliate''. ''Dare l'appoggio - dice - un servizio all'Italia per cui sono grato".

Passa poi a toccare il tema delle privatizzazioni, definendole ''una possibilit", ma ''non una priorit del Governo'' anche perch, dice, in passato non sono state fatte nel modo migliore. ''Prima dobbiamo dare prova che sappiamo fare e accettiamo una politica di vero contenimento del disavanzo''.

Infine parla dell'ultimo accordo stretto a livello europeo con cui, dice, "la crescita non sar pi un omaggio verbale, ma diventer il cuore della politica europea dei prossimi mesi". "L'accordo importante perch consolida e cristallizza, e rende definitiva, l'adesione alla disciplina di bilancio. Un bene per tutti quanti in Europa perch nel 2003 furono Germania e Francia a mettere in discussione quella disciplina", ha detto il premier. Monti ha sottolineato che per l'Italia "non ci sono appesantimenti rispetto a quanto accettato l'anno scorso con l'obbligo di rientro". Per il premier, soprattutto, "l'accordo permetter ai titolari della disciplina, la Germania o la Bce, di sentirsi pi rilassati nella politica monetaria dei prossimi mesi".

Anche la "armoniosa discussione" tra i partiti che sostengono il Governo, aggiunge Monti a Matrix, serve per "rassicurare" i mercati e portare una discesa dello spread. L'obiettivo del governo, al 2013, "un'Italia sostanzialmente tranquilla economicamente e avviata verso la crescita". Altra priorit avere "un sistema politico pi dialogante, che riacquisti maggiore fiducia da parte dei cittadini".

"Se gli italiani sperano, ma io so che non lo sperano, di veder prevalere le resistenze corporative - aggiunge Monti a Matrix parlando di liberalizzazioni - devono sapere che i tassi non scenderanno ma ripartiranno e la situazione del Paese si deteriorer e andremo a sbattere. Allora sarebbe meglio che studiassimo il greco, non quello antico, ma quello moderno". Liberalizzazioni che, precisa, non hanno interessato solo gli interessi deboli.

"Ma io sono sicuro che prevarr la maturit delle forze politiche e degli italiani", ha detto il premier. Quello dell'Eni "non un interesse debole, ma il governo si imposto". "L'Italia fino ad oggi non ha avuto un sentimento di "interesse generale", per questo "lo sforzo del Governo e dei ministri quello di spiegare agli italiani che se tutti rinunciano a qualcosa staremo tutti meglio, e questo con una prospettiva lunga nel tempo".

Alcuni argomenti come la bioetica, la legge elettorale, la riforma dei regolamenti parlamentari, conclude Monti rispondendo a una domanda sulla questione della cittadinanza, non sono "parte della missione di governo". Il premier ha aggiunto: "Io ho opinioni personali, ma non le considero parti della missione di governo. La cittadinanza, la bioetica, la legge elettorale, i regolamenti parlamentari, sono questioni che devono essere sciolte e dipanate dalle forze politiche". Monti ha concluso: "Se, per soddisfare le coscienze dei membri del governo, entrassimo nell'agone del dibattito renderemmo pi difficile l'appoggio di larga parte del Parlamento ai nostri sforzi".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Economia
commenta commenta 0    invia    stampa