Sulla protesta alla Alstom: ''Vicenda che va ridimensionata. Non ci sar un autunno caldo''

Nucleare, Scajola: ''Primo kW prodotto in Italia entro il 2018-2020''

(Xinhua)  (Xinhua)
ultimo aggiornamento: 07 ottobre, ore 12:48
Roma - (Adnkronos/Ign) - Il ministro dello Sviluppo economico: ''La proroga degli incentivi per l'industria dell'auto deve essere legata a un aumento della produzione della Fiat in Italia'' (VIDEO)
commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 7 ott. (Adnkronos/Ign) - ''Alla fine di questa legislatura metteremo la prima pietra del nucleare per arrivare entro il 2018/2020 ad avere il primo chilowattora prodotto con energia nucleare nel nostro Paese''. Lo ha annunciato il ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola intervenendo a 'La telefonata' su Canale5.

Il ministro ha ribadito che questo avviene ''nell'interesse dei cittadini e delle imprese italiane. Nonostante le difficolt e i trabocchetti che ogni giorno troviamo, noi - ha detto - paghiamo l'energia il 30% in pi degli altri paesi. Abbiamo bisogno di difendere l'ambiente. Dobbiamo rientrare nel nucleare in tempi veloci. Lo facciamo tutti i giorni con grande impegno per rispettare la tabella di marcia''.

Quanto alla proroga degli incentivi per l'industria dell'auto, per Scajola deve essere legata a ''un aumento della produzione della Fiat in Italia''. Secondo il ministro, l'ad della Fiat Sergio Marchionne, che ha pi volte sollecitato la misura, ''condivide'' questa impostazione. Quello degli incentivi per il settore '' un ragionamento da fare in Europa'' ha aggiunto Scajola.

Il ministro parla anche della protesta di ieri alla Alstom di Colleferro, con tre manager bloccati in fabbrica dagli operai. Per Scajola una ''vicenda che va ridimensionata. Non stato, come in Francia, un sequestro''. ''E' stato - ha aggiunto - un sit-in di cassaintegrati davanti allo stabilimento che ha impedito ad alcuni di uscire per qualche ora''. ''L'esperienza di questo anno difficile, con pi di 200 crisi aziendali che abbiamo avuto, e molte di queste sono in via di risoluzione con la collaborazione delle parti sociali e degli imprenditori, mi fa dire che la coesione finora ha retto, con atteggiamento responsabile e che qualche piccolissima frangia estrema non determiner un autunno caldo'', ha sottolineato il ministro.

Scajola non conferma, poi, le voci che lo vorrebbero alla guida del Pdl. ''Quando si fatto questo Governo, il presidente Berlusconi ha voluto che mi occupassi di sviluppo economico. Sto facendo questo lavoro con molto impegno e molta difficolt, ma riuscendo a portarlo avanti con risultati che mi sembrano soddisfacenti. Il lavoro al ministero non mi manca. Sto bene qui a lavorare''.

pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
non ci sono tag per la questa notizia, prova con la ricerca
tutte le notizie di Economia
commenta commenta 0    invia    stampa