Ue: ''annuncio inappropriato"

Moody's, Monti dagli Usa: noi virtuosi, invece di premiarci ci puniscono

ultimo aggiornamento: 13 luglio, ore 20:20
Roma - (Adnkronos) - Malumore nel governo dopo il taglio del rating. Il ministro dello Sviluppo economico, Passera: ''In questo periodo tutto quello che poteva succedere di negativo successo''. Squinzi: ''Il nostro Paese molto pi forte di quello che appare''. Il portavoce di Rehn: ''Dall'Italia sforzi senza precedenti"


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 13 lug. (Adnkronos) - La scure di Moody’s si abbatte di nuovo sull’Italia e Monti dagli Usa, dove si trova per la Allen Conference, nell’Idaho, commenta amaro, parlando di un'Italia virtuosa, che invece di essere premiata viene punita.

"Il giudizio di Moody's ingiustificato e fuorviante", afferma da Roma il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera: "Questo Paese sta facendo un grande lavoro che pochi paesi possono dire di aver messo in moto", aggiunge il ministro, intervenendo all'assemblea dell'Ance.

Moody's ''non riconosce le azioni concrete che sono state prese e avviate'' dal governo, sottolinea il ministro. L'agenzia di rating in particolare, secondo Passera, ''non riconosce l'impegno, ormai dimostrato e solido, a gestire i nostri conti pubblici. Credo che i mercati, invece, questo riconoscimento lo daranno nel tempo perch il lavoro del governo continuer forte come stato fino a ora''.

''Sono mesi difficili, sono stati anche pi difficili del previsto", continua. "In questo periodo tutto quello che poteva succedere di negativo successo"dice Passera. Il ministro, comunque, assicura: "abbiamo fatto tutto quello che potevamo fare".

Per il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi "il nostro Paese manifatturiero molto pi forte di quello che appare dalle valutazioni di Moody's". "Moody's ha fatto una valutazione e noi non possiamo farci niente", sottolinea il presidente che aggiunge: "Per credo che il Paese sia pi forte".

Simon O'Connor, portavoce del commissario agli Affari economici e monetari Olli Rehn, precisa che la Commissione europea giudica "inappropriato" il timing dell'annuncio di Moody's sul downgrade dei titoli italiani.

"Non commentiamo il contenuto dell'annuncio", ha premesso O'Connor, tuttavia "pensiamo che ci si possa legittimamente e seriamente porre la questione dei tempi, se i tempi siano appropriati". La Commissione europea, ha ribadito il portavoce di Rehn nel briefing con i giornalisti a Bruxelles, ritiene che ''l'azione politica italiana per assicurare finanze pubbliche solide e per affrontare le debolezze strutturali di lunga data determinata e ampia".

Per quanto riguarda il contesto di bilancio, O'Connor ha ricordato gli sforzi di consolidamento "dal maggio del 2010 ammontano al 7% del Pil", le misure per arrivare al pareggio di bilancio e per mettere il debito pubblico su un percorso di riduzione. Il portavoce ha poi ripetuto l'apprezzamento dell'esecutivo per il decreto sulla spending review, "uno sforzo di lungo termine che non finisce con le misure annunciate" di cui la Commissione "monitorer l'attuazione, incoraggiando il governo a perseguire questi sforzi per una pubblica amministrazione pi efficiente".

E ancora, O'Connor ha ricordato le "misure significative" sul fronte strutturale, per rafforzare la concorrenza nel mercato dei prodotti e dei servizi, e la riforma del mercato del lavoro.

Gli sforzi dell'Italia sono "impressionanti e non esagerato dire senza precedenti, ora importante attuare pienamente tutto quanto concordato e rimanere concentrati sull'agenda di riforme con determinazione nei prossimi mesi e oltre", ha concluso il portavoce di Rehn.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Economia
commenta commenta 0    invia    stampa