''Ha messo le mani nelle nostre tasche con aumento acqua, gas, autostrade...''

Tasse, Pd al contrattacco: "Berlusconi prende in giro gli italiani, le ha aumentate''

Pier Luigi Bersani (Pd)  Pier Luigi Bersani (Pd)
ultimo aggiornamento: 06 febbraio, ore 19:05
Roma - (Adnkronos/Ign) - Le dichiarazioni del premier infiammano i democratici. Fassina: "Numerose detrazioni fiscali sono state eliminate a lavoratori e imprese". Bersani: "L'Italia nei guai, il governo minimizza". Donadi (Idv): "Berlusconi come lo sceriffo di Nottingham"
leggi i commenti    commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 6 feb. (Adnkronos/Ign) - Il tema delle tasse e le parole di Silvio Berlusconi sulle misure intrapese dal Governo fanno sollevare il Pd. Che replica: "Berlusconi prende in giro gli italiani e sulla crisi non stato e non si fa abbastanza". "Aver minimizzato tutta la situazione ci ha provocato dei guai", evidenzia il leader del Pd Pier Luigi Bersani, rispondendo ai giornalisti al congresso dell'Italia dei Valori. "Non abbiamo fatto abbastanza e non facciamo abbastanza per fronteggiare questa crisi. Da 20 mesi - aggiunge - questo governo sta dicendo che la crisi finanziaria e non ha ricadute sull'economia; che la crisi psicologica; che la crisi ce l'abbiamo alle spalle; che noi stiamo meglio di altri; che c' lo spiraglio".

E da quando il governo "dice queste cose - prosegue il leader democratico- abbiamo 700 mila disoccupati in pi, un milione di persone sotto ammortizzatori con redditi tagliati, decine di migliaia di piccole imprese che sono saltate". Quanto poi alla riduzione fiscale "siamo arrivati al 23 giugno - ricorda Bersani- come il giorno in cui finiamo di lavorare per pagare le tasse, naturalmente per chi le paga".

Sono proprio le dichiarazioni del premier sulle tasse ad infiammare i democratici. "Come al solito il presidente Berlusconi prende in giro gli italiani", afferma Stefano Fassina, responsabile per il Pd di Economia e lavoro. "Innanzitutto, stato il governo Prodi a eliminare l'Ici al 60% delle famiglie - spiega Fassina in una nota - In secondo luogo, il governo Berlusconi le tasse le ha aumentate a lavoratori e imprese, dal momento che ha eliminato numerose detrazioni fiscali. Sono stati svuotati, mediante il click day, i crediti di imposta per ricerca e innovazione, e per gli investimenti nel Mezzogiorno. Inoltre, non stato restituito il fiscal drag degli ultimi due anni". Fassina fa poi notare che "il governo Berlusconi ha messo le mani nelle tasche degli italiani attraverso l'aumento delle tariffe dell'acqua e del gas, dei pedaggi autostradali, del costo dei biglietti dei treni e degli aerei, dei premi delle assicurazioni. Non a caso, nonostante una recessione pi pesante della media dell'area euro, abbiamo un'inflazione pi alta. Cos i lavoratori perdono potere d'acquisto e le imprese competitivit''.

Interviene anche l'Italia dei Valori. "Berlusconi dice da quindici anni di abbassare le tasse. Nei fatti, invece, mette le mani nelle tasche dei cittadini - dichiara il capogruppo Idv alla Camera, Massimo Donadi - Il prelievo fiscale non mai stato cos alto in Italia e i dati lo dimostrano. Predica da liberale ma si comporta come lo sceriffo di Nottingham".

pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Economia
commenta commenta 0    invia    stampa   
ugc
principeepovero ha scritto (06/02/2010 - ore 19:45) segnala un abuso
ugc
Solo coloro che sono accecati dall'amore per il premier pensano che Berlusconi stia facendo del bene all'Italia... ma si sa, l'amore cieco.
ugc
ugc